Banco Emiliano, prima assemblea soci


Prima assemblea dei soci per Banco Emiliano, l’Istituto di Credito Cooperativo nato alla fine del settembre 2013 dall’integrazione tra Banca Reggiana e Banca di Cavola e Sassuolo. I lavori sono in programma domenica 27 aprile alle 9,30 alle Fiere di Reggio Emilia, ed è in quella sede che sarà esaminato il primo bilancio di Banco Emiliano, che si è chiuso con un deciso incremento dei soci (+ 500 unità) rispetto ai valori in precedenza in capo alle due BCC. La compagine sociale si è così portata a 17.381 unità (con 1.477 soci modenesi), residenti nei 32 comuni in cui operano le 40 filiali dell’Istituto, 5 delle quali sono in provincia di Modena (1 in città, 2 a Sassuolo, una a Frassinoro e una a Formigine). Insieme alla base sociale, sono in crescita anche le cifre riguardanti la raccolta sviluppata da Banco Emiliano, che complessivamente è salita a 1,812 miliardi. Rispetto alle cifre precedentemente sviluppate dalle due BCC che si sono integrate in Banco Emiliano, la raccolta diretta (1,372 miliardi) è crescita del 3,6%, mentre quella indiretta (440 milioni) è salita del 5,6%.
In leggera flessione il volume degli impieghi, che si è attestato a 1,112 miliardi, confermando il primato (con una crescita dell’1,56%) dei finanziamenti erogati a favore degli investimenti di medio e lungo periodo da parte di imprese e famiglie. “Pur senza trascurare gli interventi riguardanti le emergenze di liquidità vissute da soci e clienti – sottolinea il presidente Giuseppe Alai – sono in sostanza aumentate le risorse destinate alla ripresa e agli investimenti che possono garantire continuità alla creazione di ricchezza e di lavoro, con oltre 700 milioni di credito erogato in forma di mutuo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet