Banche, sforbiciata di S&P per Bper


6 AGO. 2012 – Standard & Poor’s, ha nuovamente declassato 15 istituzioni finanziarie italiane. Al ribasso sono state riviste le valutazioni su Monte dei Paschi di Siena e su diverse banche popolari tra cui Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che da BBB/Negative/A-2, passa a BB+/Negative/B.Le azioni sui rating, spiega una nota dell’agenzia americana, riflettono ”un peggioramento del rischio di credito per l’economia italiana e le banche del Paese”. L’Italia, infatti, rileva S&P, ”è di fronte ad una recessione potenzialmente più profonda e prolungata di quanto avevamo inizialmente previsto. Pensiamo che la vulnerabilità delle banche italiane al rischio di credito nel contesto economico stia aumentando”Confermati i rating di altri 15 istituti bancari, tra cui Credem (BBB/Negativo/A-2), Intesa Sanpaolo e Banca Imi (BBB+/Negativo/A-2) e UniCredit e UniCredit Leasing (BBB+/Negativo/A-2).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet