Banche: Popolare Mezzogiorno, approvata fusione in Bper


L’assemblea straordinaria degli azionisti della Banca Popolare del Mezzogiorno, riunitasi a
Crotone, ha approvato la fusione per incorporazione della società “Banca Popolare del Mezzogiorno S.p.A.”, nella società “Banca popolare dell’Emilia Romagna – Società Cooperativa”. Lo riferisce una nota della Banca Popolare del Mezzogiorno. “Tale operazione – è scritto nel comunicato – avverrà con effetti giuridici a partire dalla data d’iscrizione dell’atto di fusione nel Registro Imprese di Modena, ma avrà effetti ai fini fiscali a partire dal primo gennaio prossimo. Il rapporto di
concambio di tutte le azioni costituenti il capitale sociale dell’Incorporanda, è di 1,21 azioni ordinarie Bper, per ogni azione ordinaria della Banca Popolare del Mezzogiorno Spa. Già dal 1996 la Banca Popolare del Mezzogiorno fa parte del Gruppo Bper che è attualmente il sesto Gruppo bancario italiano, presente con i propri sportelli in ben 18 regioni. “Il progetto – è spiegato ancora nel comunicato – è volto a conseguire un’ulteriore semplificazione e razionalizzazione
della struttura organizzativa e di governo del Gruppo, nonché un miglioramento dell’efficienza operativa e un più agevole presidio e controllo dei rischi, unitamente a sinergie di
costo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet