Balsamico, tutto sulla app


Leggere, guardare, ascoltare, capire l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena: una app per tablet e una web app per smartphone, interamente in inglese, da oggi sono a disposizione dei turisti stranieri. Una bussola voluta e sviluppata dalla Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto per diffondere la cultura di un prodotto secolare, anche e soprattutto oltre confine. L’Aceto Balsamico Tradizionale non è un semplice condimento ma un vero ambasciatore del gusto Made in Italy. Se è vero che l’Expo quest’anno attirerà in Italia 8 milioni di stranieri in più, per un totale di 59 milioni di arrivi (stime Coldiretti), è necessario fornire loro strumenti utili per fare conoscere le caratteristiche e la storia di questo prodotto unico, apprezzato in tutto il mondo ma spesso confuso con il Balsamico Igp. Raccontare l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena significa parlare soprattutto di passione, pazienza e duro lavoro. Ed è proprio questo che fa la nuova app Traditional Balsamic Vinegar of Modena, sviluppata dalla Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto, l’associazione culturale che da più di 50 anni lavora per preservare questa antica tradizione, promuovendo la produzione dell’Aceto Balsamico secondo il disciplinare DOP.
Si tratta di una app per tablet Apple e Android, ora scaricabile al prezzo di 2.99 dollari, e di una web app gratuita per smartphone (anche in questo caso sia per Iphone che per dispositivi Android): le app sono provvisoriamente disponibili sul sito www.appeditor.it in attesa di essere caricate e rese disponibili sul sito www.visitmodena.it.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet