B0 23/4/2013 Crif, -11% a/a domanda mutui residenziali in 1* trim 2013


BOLOGAN 23 APRILE Continua l’attenuazione della contrazione del numero di domande di mutui residenziali da parte delle famiglie italiane, con un complessivo -11% nel primo trimestre 2013 rispetto al corrispondente periodo del 2012.E’ quanto emerge dall’ultima edizione della Bussola Mutui, il bollettino trimestrale firmato Crif e MutuiSupermarket.it che offre una fotografia aggiornata e completa delle tendenze in atto nel mercato italiano dei mutui residenziali e immobiliari.Sul fronte della tipologia di tasso, si conferma invece il trend di crescita per le richieste di mutui a tasso fisso, che passano da una quota di mercato del 10% nel primo trimestre 2012 al 16% del primo trimestre 2013, trainati da Irs che si mantengono a livelli prossimi ai minimi storici. Diminuisce in maniera significativa anche l’importo medio richiesto, che si attesta nel primo trimestre 2013 attorno ai 127.000 euro (137 mila euro in 2011).Nel 2012 i nuovi flussi di mutui erogati si sono ridotti del 42% rispetto al 2011, evidenziando una dinamica negativa sostanzialmente in linea con l’andamento della domanda; questo trend trova conferma anche nelle prime elaborazioni riferite all’inizio del 2013.Inoltre il calo delle compravendite nel 2012 si e’ assestato al -25,8% rispetto al 2011, portando il totale delle compravendite residenziali ad un totale di 444.017. Le compravendite assistite da mutui risultano in drastico calo, passando dal 44,8% del totale nel 2011 al 37% nel 2012, a conferma che gli italiani in questa delicata fase tendono a finanziare l’acquisto della casa attingendo prevalentemente ai risparmi propri o del nucleo familiare.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet