b0 1/3/2013 UNIONCAMERE ER Fare business con l’India


BOLOGNA 1 MARZO Creare stabili rapporti commerciali e durature partnership produttive tra le imprese emiliano-romagnole e le controparti indiane. E’ l’obiettivo del “Progetto India II”, promosso da Unioncamere Emilia-Romagna, sistema camerale regionale, in collaborazione con la Camera di Commercio Indo-Italiana di Mumbay. All’India, che attraversa una fase di crescita economica (PIL +6% circa nel 2012), ed è un mercato strategico per l’export italiano, sono dedicate tre giornate per le imprese emiliano-romagnole manifatturiere dei settori edilizia ed infrastrutture, tecnologie ambientali, trasporti e logistica, food processing, macchine utensili e lavorazioni particolari (vernici/colorifici, estrusioni plastiche), che potranno parlare di affari con 11 operatori indiani. Gli incontri b2b si svolgeranno, sempre dalle ore 9 alle 13, nelle giornate di: lunedì 18 marzo nella sede forlivese della Camera di commercio di Forlì-Cesena (corso della Repubblica 5) per le imprese della Romagna; mercoledì 20 marzo a Palazzo Affari (piazza Costituzione 8) della Camera di commercio di Bologna per quelle di Modena, Ferrara e Bologna; infine giovedì 21 marzo, alla Camera di commercio di Parma (via Verdi 2) per quelle di Piacenza, Parma, Reggio Emilia. Ogni incontro avrà la durata di circa 30 minuti in lingua inglese, senza interpretariato. Le spese di selezione degli operatori e di organizzazione sono a carico del progetto. Le aziende saranno selezionate previo invio della scheda di adesione da richiedere alla propria Camera di commercio e da inviare entro lunedì 4 marzo. Per informazioni: Unioncamere Emilia-Romagna Mary Gentili, 051.6377023 maria.gentili@rer.camcom.it e Paolo Montesi, 051.6377041 paolo.montesi@rer.camcom.it. Sul sito di Unioncamere (www.unioncamere.it), è disponibile la circolare informativa dettagliata.L’iniziativa di incoming della delegazione di 11 buyer in Emilia-Romagna costituisce l’ultima fase del progetto avviato nel 2012 con incontri e check up aziendale curato dalla Camera di commercio Italo-Indiana (IICCI) di Mumbai a cui ha fatto seguito una missione imprenditoriale in India.Nelle città di Mumbai, Bangalore e Delhi, nell’arco di cinque giornate, si sono svolti incontri d’affari e visite aziendali con oltre 220 operatori indiani per una ventina di imprese regionali, con agende personalizzate predisposte dalla IICCI di Mumbai che ha assistito le imprese con il suo personale assieme a quello di Unioncamere Emilia-Romagna. Queste le aziende che hanno partecipato all’ultima missione in India: Effegi Brega dalla provincia di Piacenza; Fipal, Pdn Engineering da Parma; Albini & Fontanot, Colorificio Mp, Geco Sistema Srl da Rimini; Cocif Società Cooperativa, Cupal, Fase Engineering, Siboni e Water Team Spa da Forlì-Cesena; Bake Off Italiana e Engin Plast Srl da Ferrara; Imas Aeromeccanica e Mascagni Spa da Bologna; Gallignani Spa, Nannini Renato Machinery Srl, Xped e L.A.E. Lughese Attrezzature per Elettromeccanica Srl da Ravenna.Le aziende partecipanti, come desunto dalla compilazione dei questionari inviati post-missione, si sono mostrate soddisfatte relativamente alla pertinenza ed al numero degli incontri organizzati, ed hanno visto nell’esperienza indiana un ottimo potenziale di sviluppo per comprendere le attuali esigenze del mercato, per valutare il grado di conoscenza ed interesse dei singoli prodotti, in modo da delineare una strategia chiara per la penetrazione nel mercato indiano.Alcune di esse hanno avviato trattative d’affari con i partner incontrati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet