b0 1/3/2013 Igd: in 2012 utile netto cala a 11,3 mln (30,1 mln in 2011)


bologna 1 marzoIgd ha chiuso il 2012 con un utile netto pari a 11,3 mln euro, in calo rispetto ai 30,1 mln registrati nel 2011.I ricavi della gestione caratteristica, spiega una nota, sono pari a 123,3 mln (121,2 mln al 31 dicembre 2011), i ricavi a rete omogenea Italia si attestano a 101,9 mln (101,3 mln in 2011), mentre l’Ebitda della gestione caratteristica e’ di 85,8 mln (88,1 mln in 2011). L’Ebit e’ di 53,4 mln (-27,3% a/a), il Funds From Operations si attesta a 35,9 mln (42,6 mln in 2011).La posizione finanziaria netta e’ negativa per 1.089,6 mln (-1.094,4 mln al 31 dicembre 2011), il gearing ratio si attesta a 1,38, invariato rispetto al 31 dicembre del 2011. Il Market Value del portafoglio immobiliare di proprieta’ ammonta a 1.906,6 milioni (sostanzialmente in linea rispetto ai 1.924,6 milioni al 31 dicembre 2011).Il Cda proporra’ all’assemblea ordinaria degli azionisti, convocata per il 18 aprile prossimo, il pagamento di un dividendo, con esclusione delle 10.976.592 azioni proprie in portafoglio, pari a 0,07 euro per azione in linea con la politica di distribuzione degli utili del Piano Strategico 2012-2015. Il dividendo verra’ pagato il 23 maggio prossimo. L’assemblea Ordinaria sara’ anche chiamata a deliberare in merito al conferimento dell’incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2013-2021, tenuto conto della scadenza dell’incarico affidato a Reconta Ernst & Young in coincidenza con l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2012. In sede straordinaria, gli Azionisti saranno chiamati a deliberare sulla proposta di aumento di capitale sociale a pagamento, con esclusione del diritto di opzione nei limiti del 10% del capitale sociale preesistente della societa’, riservato esclusivamente ai soggetti aventi diritto al dividendo per l’esercizio 2012. Gli azionisti che decideranno di aderire avranno la possibilita’ di reinvestire una parte, non superiore all’80%, del dividendo lordo spettante.”Pur in un contesto esterno molto complesso”, commenta Claudio Albertini, a.d. di Igd, “il gruppo chiude l’esercizio 2012 con un Ebitda della gestione caratteristica di 85,8 milioni di euro e un utile netto di 11,3 milioni di euro. Tali risultati risultano ancora piu’ significativi in quanto conseguiti nell’anno piu’ difficile della storia di Igd: la crisi economica, che in Italia – il nostro principale mercato – perdura quasi ininterrotta dal 2008, quest’anno ha, infatti, assunto contorni ancora piu’ duri. I risultati operativi ci consentono di mantenere un buon livello di dividendo, in linea con le linee guida del Piano Industriale 2012-2015 approvato lo scorso ottobre. Siamo quindi molto orgogliosi dall’essere riusciti a fronteggiare questo scenario facendo leva sulla buona qualita’ del nostro portafoglio immobiliare, concentrato nel segmento retail e caratterizzato peraltro dalla presenza di solide ancore alimentari, sulla lunga durata ed elevata copertura del rischio tasso sul debito e sul tradizionale approccio alla sostenibilita’ di lungo termine nelle politiche commerciali. Si tratta di aspetti che da sempre connotano il nostro modello di business e che, ancora una volta, si sono rivelati fondamentali per dare stabilita’ alle nostre performance”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet