B Braun, inaugurata la nuova camera bianca


“Dalla ricostruzione alla crescita. Più grandi per guardare al futuro”. Così B. Braun Avitum Italia, ha accolto autorità e cittadini per l’inaugurazione della nuova camera bianca. L’azienda di Mirandola del biomedicale, che fa capo al gruppo tedesco B. Braun, leader nella progettazione, produzione e vendita di sistemi terapeutici per la dialisi, l’aferesi e la nutrizione enterale e parenterale nonostante gli ingenti danno provocato dal terremoto del maggio 2012 ha sempre garantito la continuità lavorativa. Negli ultimi anni sono stati 14 i milioni investititi per la ricostruzione. Ora l’azienda aggiunge un nuovo, importante, tassello, con la seconda camera bianca: una struttura all’avanguardia che si sviluppa su una superficie di oltre 800 metri quadrati per un investimento di 4 milioni di euro. Emozionata dal palco anche Giuliana Gavioli. All’inaugurazione era presente anche Mario Veronesi, che in oltre 50 anni di carriera ha contribuito a rendere l’area nord di Modena uno dei poli industriali più importante in Italia e il secondo in tutto il mondo. Un anno importante il 2017 per B. Braun, che è pronta a nuovi investimenti per fronteggiare i competitors, in un distretto che è riuscito a ripartire più forte di prima e dove sono rimasti, anzi cresciuti, i colossi del biomedicale. Spiccano gli ivnestimenti di Fresenius, con il nuovo stabilimento, ma anche le acquisizioni di Gambro da parte del colosso Baxter e di Bellco da parte di Medtronic.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet