Aziende: mille fallimentiin un mese


BOLOGNA, 15 OTT. 2012 – Mille fallimenti al mese, più di uno ogni ora. E’ il triste record delle aziende italiane nei primi nove mesi di questo 2012 in cui il quadro economico nazionale, già in difficoltà da alcuni anni, risulta in ulteriore peggioramento. A dimostrarlo sono i dati di un’analisi realizzata da una società specializzata nella business information, e pubblicati oggi dal Sole 24 Ore. Tra gennaio e settembre hanno portato i libri in tribunale ben 8718 aziende, che in 3 casi su 4 sono società di capitali: l’1,3 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2011. Ma a preoccupare è soprattutto l’andamento del terzo trimestre dell’anno, quello in cui di solito – complice l’estate – il fenomeno è più contenuto. Un periodo in cui i fallimenti sono stati 2397, in aumento del 9 per cento rispetto al 2011 e addirittura del 39 per cento rispetto al 2009, quando questa interminabile crisi era appena iniziata. A livello territoriale l’Emilia Romagna è sesta tra le regioni italiane, nella triste classifica guidata dalla Lombardia. Centosettantanove istanze presentate tra luglio e settembre e 641 dall’inizio dell’anno. Quinta posizione, invece, nel conteggio dei casi registrati dall’inizio del 2009, che sono 3262. Per quanto riguarda i settori, infine, i più in difficoltà sono l’edilizia, con oltre 1800 fallimenti nel 2012, e il commercio all’ingrosso, che sfiora quota 1200.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet