Avl cerca per Reggio Emilia 50 ingegneri


Nei laboratori inaugurati quattro anni fa dalla Landi Renzo a Corte Tegge di Cavriago, nel Reggiano, e ceduti lo scorso aprile agli austriaci della Avl, troveranno posto 50 nuovi ingegneri. Assunzioni da fare entro 12 mesi, rivolte per buon parte a giovani neolaureati. Avl, multinazionale austriaca che sviluppa sistemi di trazione sia tradizionali che ibridi ed elettrici, è presente in 48 Paesi con 9.000 ingegneri e investe il 10% del suo fatturato da 1,6 miliardi di euro in ricerca e sviluppo; tema, quest’ultimo, che vuole implementare in Emilia, nel ramo d’azienda rilevato dalla Landi Renzo che aveva una ventina di dipendenti, diventati già 40 e destinati ad arrivare a cento entro un anno. Un investimento di 10 milioni di euro tra acquisto del ramo e nuovi macchinari, con un finanziamento della Regione per oltre 3 milioni tramite la legge 14, il ‘bando sull’attrattività’. “L’investimento doveva essere fatto in Germania – spiega l’ad di Avl Italia, Dino Brancale – ma il supporto della Regione ci ha fatto propendere per Reggio, dove c’era un’opportunità che collimava con le nostre esigenze”. Avl cerca ‘menti’ per sviluppare progetti legati all’automobilismo per tutte le case, comprese le italiane Fiat, Ferrari, Maserati, Cnh, ma anche con partner reggiani come Kohler (ex Lombardini). Avl si occupa di progettazione motori, calibrazione veicoli, ricerca e sviluppo su sistemi avanzati di combustione fino all’ibrido, oltre alle automazioni per sale prova motori che saranno sviluppate a Cavriago. “Ci servono nuove leve – dice Brancale – e sarà nostra cura formarle nei nostri centri esteri per poi riportarli qui”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet