Avis Bologna insieme a Gvc per la Banca del Sangue di Gaza


BOLOGNA, 3 APR. 2009 – Un sostegno immediato alla Banca del sangue di Gaza che rifornisce sacche di sangue sicure e testate agli ospedali di Gaza city. E, in seguito, una serie di iniziative che promuovano il volontariato del sangue nei 28 Paesi in via di sviluppo in cui è presente Gvc, Gruppo di Volontariato Civile. Per questo l’Avis di Bologna ha firmato un protocollo d’intesa che dà avvio a una collaborazione con la ong bolognese attiva dal 1971. "Ci piace l’idea – ha commentato il presidente nazionale Avis Andrea Tieghi – Per adesso, vogliamo cominciare a coinvolgere i nostri 1.100.000 soci in un sostegno economico e materiale alla Banca del sangue di Gaza". Con la firma del protocollo, ha spiegato la presidente di Gvc Patrizia Santillo, "desideriamo mobilitare i soci Avis per sostenere analoghi programmi per la creazione di banche del sangue. Siamo inoltre soddisfatti per il fatto che potremo contare, all’interno di questo progetto, sull’esperienza di Avis per la formazione del personale medico e dei trasfusionisti". Per aiutare la popolazione civile di Gaza e sostienere con Gvc la banca del sangue e la ricostruzione dei pozzi d’acqua distrutti dai bombardamenti, è possiblie inviare il proprio contributo:- on line con carta di credito dal sito www.gvcpergaza.it- in banca: Banca Etica – Iban IT21A0501802400000000101324 – causale “Gaza”- in posta: Gruppo Volontariato Civile – CCP 000013076401

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet