Auto, la componentistica vola a +6%


La crescita dell’industria della componentistica auto non si ferma: il fatturato complessivo
delle imprese nazionali – quasi 2.000 con 136.000 dipendenti – ha raggiunto nel 2015 i 38,8 miliardi, in crescita del 5,9% rispetto al 2014. E’ in aumento dal 60 al 79% la dipendenza del
settore da Fca, che in Piemonte raggiunge l’87% (era al 65%). E’ la fotografia scattata dall’Osservatorio sulla componentistica automotive italiana, rapporto annuale realizzato dalla Camera di Commercio di Torino, dall’Anfia , dal Cami (Center for Automotive & Mobility Innovazion), dall’Università Ca’ Foscari di Venezia e dalla Camera di Commercio di Modena.
A guidare lo sviluppo del settore è il Piemonte che ospita il 36% delle aziende e genera il 39% del fatturato, grazie soprattutto all’export e all’innovazione. “E’ il Piemonte e non l’Emilia la motor valley d’Italia. Inizia a scomparire il fenomeno del nanismo nelle nostra componentistica”, ha sottolineato il presidente della Camera di Commercio di Torino.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet