Auto E-R: nel 2013 -18% mezzi pesanti e -13% bus


In Emilia-Romagna nel 2013 le immatricolazioni di autocarri con peso superiore a 3,5 tonnellate sono diminuite del 18,6% rispetto al 2012 (con numeri in linea rispetto a quelli nazionali) e le immatricolazioni di autobus sono calate del 13% (+2,4% in Italia). Sono i dati resi noti da uno studio del Centro ricerche Continental Autocarro su dati Aci. La provincia di Bologna ha registrato un calo del 51,2% delle immatricolazioni di autocarri e del 30% delle immatricolazioni di autobus. Anche Forlì presenta dati negativi in entrambi i comparti. Modena e Piacenza sono invece le uniche province che hanno registrato una crescita delle immatricolazioni sia degli autocarri che di autobus.

 

 

“La ragione del netto calo delle immatricolazioni di autocarri pesanti in Italia – sostiene il Centro Ricerche Continental Autocarro in una nota – è da ricercarsi nella crisi economica”. Il calo comunque è più contenuto rispetto a quello che aveva colpito il settore nel 2012. “I primi segnali del 2014 sono però positivi – ha detto Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental Cvt – e fanno sperare che si profili una ripresa, per effetto del recupero dell’economia, ma anche perché il parco circolante è molto invecchiato ed in alcuni casi la sostituzione dei mezzi più vecchi diviene sempre più urgente”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet