Archivio per autore: Redazione viaEmilianet

Ima, ricavi consolidati a 1,4 miliardi


Ima, ricavi consolidati a 1,4 miliardi

Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, riunitosi oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi, ha preso visione delle stime preliminari dei principali dati gestionali dell’esercizio 2017.

Il Gruppo IMA ha riportato nel 2017 ricavi consolidati preliminari pari a 1.444,7 milioni di euro, evidenziando una crescita del 10,2% rispetto agli 1.310,8 milioni al 31 dicembre 2016.

In sensibile crescita il margine operativo lordo (EBITDA) ante oneri non ricorrenti salito a 220,6 milioni di euro (+19,2% rispetto ai 185,1 milioni al 31 dicembre 2016), il margine operativo lordo (EBITDA) salito a 207,3 milioni di euro (+15,7% rispetto ai 179,2 milioni al 31 dicembre 2016) e il portafoglio ordini consolidato che ha raggiunto gli 866,8 milioni di euro (+13,1% rispetto ai 766,2 milioni al 31 dicembre 2016).

Le stime preliminari di consuntivo 2017 indicano un esercizio in ulteriore crescita rispetto all’anno precedente, grazie al positivo andamento delle vendite di macchine automatiche e linee complete verso i settori di riferimento.

L’indebitamento finanziario netto preliminare del Gruppo IMA al 31 dicembre 2017 è risultato in forte diminuzione a 50,3 milioni di euro (99,9 milioni al 31 dicembre 2016). Il dato include l’esborso complessivo di 47,6 milioni di euro per l’acquisizione di IMA MAI, Mapster, Eurosicma, saldo prezzo Medtech e per l’acquisizione della minoranza di Atop. L’indebitamento finanziario netto preliminare riflette l’incasso di circa 102,5 milioni di euro derivante dalla quotazione della controllata GIMA TT S.p.A. in data 2 ottobre 2017.

Nel commentare i dati, Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: “Esprimiamo la nostra soddisfazione per questi risultati, superiori ai target già annunciati, che delineano un esercizio in ulteriore crescita rispetto all’anno precedente. Le stime preliminari evidenziano un buon andamento dei ricavi, dei margini e del portafoglio ordini consolidato, grazie alla crescente domanda di macchine automatiche e linee complete da parte dei settori di riferimento confermata anche dall’acquisizione ordini del mese di gennaio. Dai dati si evince anche il buon risultato in termini di generazione di cassa che ha permesso una sensibile riduzione dell’indebitamento, nonostante l’esborso per le acquisizioni portate a termine nel 2017. Risultati che confermano, ancora una volta, la forza del brand IMA, la solidità del Gruppo e la capacità di perseguire gli obiettivi prefissati, nell’ottica di una crescita sostenibile, basata sull’innovazione digitale e di prodotto. Guardiamo con fiducia al 2018 – ha concluso il Presidente – anche in considerazione dell’elevata consistenza del portafoglio ordini consolidato, che fornisce una buona visibilità sull’anno in corso e anche sulla base dello sforzo che stiamo ponendo sull’innovazione”.

I risultati definitivi dell’esercizio 2017 saranno esaminati dal Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A. convocato per il 14 marzo 2018.

Nasce Coopservice international


Nasce Coopservice international

Nasce Coopservice International, società in cui confluiranno tutte le attività all’estero detenute da Coopservice – cooperativa reggiana attiva nel settore dei servizi integrati – e “veicolo operativo per i programmi di internazionalizzazione” dell’azienda emiliana “che – spiega una nota – prevedono una acquisizione all’estero entro l’anno”. La nuova realtà sarà interamente da controllata Coopservice cui fanno capo, all’estero, cinque società – tre in Serbia e due in Croazia – e conta su una partecipata a Malta. Le società, attive nella gestione dei servizi, danno lavoro a oltre 1.500 addetti sui rispettivi mercati. Coopservice international, che nasce dal cambio di denominazione di Armonia Holding, sarà presieduta da Roberto Olivi. Del cda faranno parte Andrea Grassi, Michele Magagna e Michele Degrassi, che è l’amministratore delegato. “Nei piani di sviluppo imminenti – conclude la nota – c’è il mercato spagnolo, che ha registrato importanti tassi di crescita negli ultimi anni nel settore dei servizi. Coopservice International è inoltre in fase di analisi su alcune potenziali acquisizioni sul mercato medio-orientale”.

Opportunità 4.0, incontro a Democenter


Opportunità 4.0, incontro a Democenter

Mercoledì 21 febbraio Fondazione Democenter presenta le opportunità e le novità 2018 del Piano Nazionale Industria 4.0 e le tecnologie necessarie all’interconnessione delle macchine

Connettere le macchine industriali nella logica industria 4.0 e le nuove opportunità offerte del Piano nazionale per il 2018. Saranno questi gli argomenti al centro dell’incontro promosso da Fondazione Democenter per mercoledì 21 Febbraio, alle ore 16, presso la propria sede di via Vivarelli 2, all’interno del campus di ingegneria Enzo Ferrari.

I destinatari dell’attività sono tecnici, amministratori e responsabili delle imprese impegnate a sviluppare le tecnologie proprie di industria 4.0 e quindi potenzialmente interessate ad accedere alle relative agevolazioni.

Nel 2017, infatti, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha avviato il piano nazionale Industria 4.0. La ricaduta più diretta di questo piano è stata la possibilità di ammortizzare al 250% (iperammortamento) le macchine industriali funzionali alla fabbrica digitale, con la conseguenza di un aumento di oltre il 45% (fonte: Ucimu) degli ordini interni di macchine utensili italiane rispetto all’anno precedente. Alla luce di questo successo, la misura è stata confermata per il 2018, ma con l’introduzione di importanti novità relative in particolare alla formazione.

Inoltre, dal contatto quotidiano con le aziende si percepisce che l’esigenza di interconnettere le macchine, che è alla base dell’Industria 4.0 e che costituisce una delle condizioni indispensabili per godere delle agevolazioni, rimane ancora un concetto non del tutto chiaro e in molti casi ancora, di fatto, inattuato. Grazie al coinvolgimento di una startup innovativa specializzata nelle applicazioni per l’internet-of-things, nel corso dell’incontro si chiarirà quindi il concetto di interconnessione delle macchine, presentando casi concreti e fornendo indicazioni pratiche su come realizzare una fabbrica digitale.

Il programma prevede l’apertura alle 16,00 con una breve introduzione di carattere generale da parte di Marco Padovani, responsabile area meccanica di Democenter. Seguirà l’illustrazione del Piano 2018 e relative novità ad opera di Giovanna Di Donato, Fondazione Democenter. Quindi Aldo Campi, di Stoorm5, parlerà di come connettere le macchine industriali nella logica di Industria 4.0. Ci sarà spazio anche per chiarire dubbi e rispondere ad esigenze specifiche poste dalle imprese presenti.

Inail acquista nuova sede Solari


Inail acquista nuova sede Solari

L’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro ha acquistato la nuova sede dell’Istituto professionale per l’agricoltura e l’ambiente “Solari” di Fidenza, nel parmense. L’iniziativa nell’ambito del piano da 970 milioni di euro dell’Istituto per le iniziative immobiliari di elevata utilità sociale e in particolare per l’edilizia scolastica. E’ quanto rende noto l’Inail precisando che si tratta “dell’investimento più cospicuo sull’istruzione pubblica mai realizzato nella zona Food Valley, la creazione di un polo formativo che, partendo dal settore agricolo, arriva fino alla promozione e valorizzazione dei prodotti tipici”. L’istituto agrario-turistico-alberghiero nasce dalla recente aggregazione del “Magnaghi” di Salsomaggiore, con il “Solari” di Fidenza che, terminati i lavori di ristrutturazione, ha aperto ufficialmente le porte agli studenti lo scorso 8 gennaio. L’operazione conclusa con il Comune del Parmense rientra nel programma di iniziative immobiliari di elevata utilità sociale avviato con la legge di stabilità 2015. Il piano da 970 milioni di Inail è suddiviso in 320 milioni per le scuole per le opere di elevata utilità sociale, 500 milioni per l’operazione #scuoleinnovative, promossa dal Miur per costruire strutture all’avanguardia dal punto di vista architettonico, tecnologico e antisismico e 150 milioni da ripartire fra le Regioni per realizzare nuovi poli per l’infanzia a gestione pubblica.

Pikkart protagonista a Index Conference


Pikkart protagonista a Index Conference

Pikkart sarà tra i protagonisti di “Index Conference”, la conferenza promossa da IBM che si terrà dal 20 al 22 febbraio prossimo a San Francisco negli Stati Uniti. La manifestazione punta al coinvolgimento della comunità degli sviluppatori di software, ed è finalizzata all’aggiornamento, al miglioramento e alla condivisione delle tecnologie più innovative.

L’azienda modenese, prima in Italia a sviluppare soluzioni in realtà aumentata con tecnologia proprietaria, sta già collaborando a diversi progetti con il colosso statunitense ed avrà un ruolo da protagonista nell’ambito internazionale dell’innovazione.

Per l’evento sono attesi nella città californiana centinaia di sviluppatori che metteranno alla prova le loro capacità creative e tecniche dopo avere scelto l’indirizzo a loro più congeniale tra quelli proposti: 1) “Programming languages and platforms beyond the 21st century”; 2) “The frontiers of intelligence: AI, ML, and analytics”; 3) “Nextgen web, mobile, and IoT”; 4) “The practice of cloud, containers, and microservices”; 5) “Real-life production deployments”; 6) “The art of methodologies”; 7) “The rise of the human side of technology”; 8) “Geek shop & the future of the future” – suddivisi in oltre 140 sessioni di sviluppo.

Giovedì 22 febbraio Pikkart sarà attore principale del workshop “AR hands-on with PikkartSDK + Unity”, durante il quale focalizzerà l’attenzione sulla realtà aumentata attraverso Pikkart-AR SDK, uno dei sistemi più avanzati presenti sul mercato.

A mostrare le caratteristiche del Pikkart-AR SDK e del Pikkart Unity Plugin saranno Luigi Clivati e Marco Manfredi, rispettivamente International Growth Manager e Senior Researcher di Pikkart. I partecipanti, provenienti da tutto il mondo, si cimenteranno nello sviluppo di una App in grado di creare interazioni in realtà aumentata – grazie al Pikkart Unity Plugin – su materiale stampato destinato alla comunicazione come flyer e poster. Ai partecipanti sarà presentato anche “Pikkart-AR Logo”, la funzionalità dell’SDK che permette allo sviluppatore di produrre più fino ad un milione di versioni della stessa immagine, identiche all’occhio umano ma riconoscibili dal Pikkart-AR SDK, ed associare ad ognuna un contenuto diverso, per realizzare esperienze in realtà aumentata uniche.

L’obiettivo finale è lo sviluppo completo, in una sola ora, di una App in realtà aumentata perfettamente funzionante.

Granarolo acquisisce Midland Food Group


Granarolo acquisisce Midland Food Group

Fa spesa nel Regno Unito la bolognese Granarolo. L’azienda agroalimentare emiliana, attraverso la controllata Granarolo Uk, ha acquisito il 100% di Midland Food Group, distributore di prodotti alimentari nel Regno Unito. L’azienda britannica – si legge in una nota – conta su 224 dipendenti e un fatturato previsto di 70 milioni di euro, serve migliaia di clienti tramite due magazzini di proprietà a Willenhall nella zona di Birmingham e a Basingstoke in quella di Londra e opera anche attraverso il portale e-commerce iDeli. Con l’acquisizione di Midland, l’Inghilterra rappresenterà dopo l’Italia e la Francia, per Granarolo, il terzo paese per fatturato con l’obiettivo di raggiungere i 100 milioni di euro “Con l’acquisizione di Midland Food Group – dichiara nella nota Gianpiero Calzolari, presidente del gruppo Granarolo – puntiamo a entrare in misura ancora più significativa nel mercato inglese, che nel 2016 ha registrato ricavi totali per circa 100 miliardi di euro in crescita costante”.

Pesca, sì a riconferma sgravi fiscali


Pesca, sì a riconferma sgravi fiscali

Il via libera alla riconferma degli sgravi contributivi e fiscali per il settore della pesca, che sono stati fissati al 45,07% dalla legge di bilancio, interessa in Emilia Romagna 780 imprese della pesca. Ad annunciarlo è Coldiretti Impresapesca Emilia Romagna dopo che sono state accolte le richieste della stessa Coldiretti per scongiurare la sospensione del beneficio per le imbarcazioni alla vigilia della prima scadenza per il pagamento dei contributi Inail, fissata per il 16 febbraio.

L’eliminazione degli sgravi fiscali – spiega Coldiretti Impresapesca Emilia Romagna – sarebbe stata devastante per il settore, con le imprese costrette a pagare contributi Inps e Inail maggiorati anche del 50%. Un peso insostenibile per le aziende ittiche nazionali, che sono per lo più realtà medio piccole, già alle prese con gravi difficoltà ad imporsi sul mercato. Nei mari dell’Emilia Romagna – informa Coldiretti Impresapesca regionale – le 780 imprese di pesca marittima pescano circa 10 mila tonnellate di pesce per un valore all’origine di oltre 30 milioni di euro, circa il 40% in meno dall’inizio degli anni 2000, a causa della concorrenza sleale del prodotto proveniente dall’estero e spacciato per italiano soprattutto nella ristorazione ma anche per l’eccessiva burocrazia.

 

Sicrea group sbarca in Puglia


Sicrea group sbarca in Puglia

“Gli incarichi di Acquedotto Pugliese spa rappresentano un valore aggiunto importante per SICREA Group: si tratta di lavori significativi (per un importo complessivo di 5,6 milioni di euro) su opere infrastrutturali strategiche per il territorio pugliese”. Mirco Villa, Direttore Commerciale SICREA Group, commenta così le commesse che il gruppo emiliano si è aggiudicato da Acquedotto Pugliese spa (AQP), l’infrastruttura pubblica di approvvigionamento idrico-potabile della regione Puglia, la più grande realtà del servizio idrico integrato nel meridione d’Italia e tra i maggiori player in Europa.

SICREA Group prende parte ad un progetto che nasce dall’esigenza di AQP di garantire il corretto funzionamento delle opere di acquedotto e fognatura.

“Per SICREA Group questi due progetti di Taranto e Barletta, sono conferme molto importanti – prosegue Mirco Villa – che ripagano l’impegno profuso dalla nostra struttura tecnica e dall’area commerciale. Quello dell’efficientamento delle reti è per noi un settore strategico, nel quale stiamo ottenendo risultati che premiano i nostri investimenti”.

Tra le azioni più significative intraprese da AQP, la realizzazione di un innovativo sistema di telecontrollo delle reti che garantisce una gestione razionale della risorsa disponibile, un piano straordinario di ricerca delle perdite e di risanamento delle reti, la realizzazione di dissalatori, potabilizzatori e nuove condotte adduttrici. In quest’ambito è necessario effettuare lavori di manutenzione (a guasto e programmati), nel rispetto dei tempi stabiliti dalla “Convenzione per la Gestione del Servizio Idrico Integrato”. È altresì fondamentale eseguire lavori di manutenzione straordinaria, di pronto intervento sulle opere di fognatura, pulizia delle griglie degli impianti di sollevamento fognari e sanificazione delle reti fognarie.

Nello specifico, le opere oggetto del nostro intervento riguardano per l’acquedotto gli impianti di allacciamento di utenza, reti urbane, suburbane, serbatoi, impianti di sollevamento, compresa ogni opera d’arte connessa e/o di pertinenza, mentre per la fognatura gli impianti di allacciamento di utenza, reti urbane nere e miste, collettori esterni e di collegamento, scarichi di troppo pieno o di by-pass inseriti nel sistema di collettamento, emissari ed impianti di sollevamento, compresa ogni opera d’arte connessa e/o di pertinenza.

Macfrut presenta Tropical Fruit Congress


Macfrut presenta Tropical Fruit Congress

Viaggia a pieno ritmo la prima edizione del Tropical Fruit Congress, primo summit europeo dedicato ad avocado e mango ospitato a Macfrut. A tre mesi dall’evento sono già oltre un centinaio gli iscritti da tutto il mondo, con adesioni dai principali paesi produttori (Cile, Messico, California, Spagna primo in Europa) e dai principali importatori (Olanda in primis).

L’unicità dell’evento, il primo in Europa, insieme all’alta qualità dei relatori, i principali esperti del settore, fanno della due giorni in Fiera a Rimini (10 e 11 maggio), uno degli appuntamenti di punta di un Macfrut 2018 versione sempre più internazionale.

Sempre maggiore è l’interesse per i frutti esotici, tanto da registrare numeri di crescita in doppia cifra, a conferma del loro inserimento nel “paniere” Istat. Prendiamo il consumo di avocado in Italia. Se la media procapite è di 0,23 kg a testa, lontana dai 2,5 kg del Nord Europa, lo scorso anno ha registrato un sorprendente +23% (in volume 14 milioni di kg), tra le performance migliori del Continente (Fonte Wao, Organizzazione Mondiale dell’avocado). Una percentuale destinata a crescere ancora, vista l’attrazione dei consumatori, trainata anche dalle grandi firme della cucina per questi prodotti. Non a caso le importazioni dall’Europa nel 2016 hanno toccato quota 340mila tonnellate, con una previsione di crescita nel 2018 di 517mila tonnellate.

In questo quadro generale un ruolo da protagonista può giocarlo l’Italia. Sicilia in primis, regione nella quale avocado e mango hanno trovato un loro spazio, e dove ancora ampi sono i margini di crescita e le opportunità per tutta la filiera agricola.

Tornando al Summit, a tutti i partecipanti al congresso sarà fornito un Yearbook completo di dati su produzione e consumo di mango e avocado, con una speciale sezione dedicata ai protagonisti della filiera.

E proprio i principali operatori della frutta esotica saranno a Macfrut. Tra questi, Xavier Equihua Ceo di WAO (World Avocado Organization), l’americano Leonardo Ortega Direttore Ricerche di National Mango Board, dalla California Carlos Crisosto dell’Università di Davis, dal Perù Daniel Josè Bustamante Canny Presidente di Pro Hass, dalla Spagna Enrique Colilles General manager di Trops, dalla California Emiliano Escobedo Ceo di Hass Avocado Board.

Le due tavole rotonde ospitate nel forum metteranno a confronto operatori da tutto il mondo: Raffaele Spreafico manager di Spreafico, Luca Garletti Ceo di Mc Garlet, Ulirich Spieckermann Ceo di Eurogroup, Adrielle Dankier direttore commerciale di Naturespride, Norman Van der Gaag manager di Aweta Group, Arrie De Kock ricercatore di Experico, Jetta Van den Berg presidente di Savid, Alessandro Turatti Presidente di Turatti Nord America, Adriana Senior Mojica Presidente di CCI Colombia.

A Rimini Beer attraction


A Rimini Beer attraction

Alla Fiera di Rimini da domani la più completa esposizione di birre artigianali e speciali. Nasce BBTech Expo, il salone professionale delle tecnologie per birre e bevande. Tornano il Premio Birra dell’Anno e i Campionati della Cucina Italiana.
Un centinaio i buyers internazionali provenienti da 18 Paesi: l’Italian style è ora riconosciuto a livello mondiale. Beer Attraction continua fino a martedì.