Archivio per autore: Cristina Bonfatti

Fondi per lavori ai porti


Fondi per lavori ai porti

Parere positivo della commissione Territorio della Regione a una delibera che assegna contributi pari a 150.000 euro a Goro, a 80.000 euro a Comacchio e a 120.000 euro a Cattolica. Queste risorse consentiranno ai tre Comuni costieri di mettere in cantiere lavori urgenti ai rispettivi porti di rilevanza regionale, in modo da favorirne il corretto funzionamento e scongiurare rischi e danni a imbarcazioni, all’attività ittica e al diportismo turistico e quindi all’economia del settore e evitare una possibile chiusura del porto canale da parte delle autorità competenti.

Per quanto riguarda Goro, si tratta di opere di innalzamento della banchina est del porto, per Comacchio del dragaggio del fondale antistante l’imboccatura del porto canale di Porto Garibaldi e dragaggio dei fondali del porto canale anche per Cattolica, sede di un porto turistico di rilievo regionale.

Cnh punta sull’Italia


Cnh punta sull’Italia

Cnh industrial torna ad investire in Italia e lo fa con l’Emilia Romagna. Sarà infatti trasferita in Italia una parte delle attività realizzate nei siti produttivi di Madrid e Valladolid, in Spagna. Lo ha annunciato l’azienda, che intende in questo modo massimizzare la capacità di produzione degli stabilimenti italiani. Nel sito produttivo di Suzzara (Mantova), in particolare, dalla seconda metà del 2016 verrà concentrata tutta la produzione europea del Daily. La produzione, ora basata a Madrid, di veicoli pesanti speciali e di telai per veicoli per la difesa sarà invece trasferita a Piacenza nella seconda metà di quest’anno, con la creazione di nuovi posti di lavoro. Grande soddisfazione è stata espressa da Cisl e Uil.

Post sisma, Il Banco dei Santi riapre a Novi


Post sisma, Il Banco dei Santi riapre a Novi

Il Banco S.Geminiano e S.Prospero ha inaugurato oggi i nuovi locali della filiale di Novi, in via della Provinciale per Modena, 46. La direttrice della filiale, Nadia Tonini, ha festeggiato insieme al direttore territoriale del Banco Stefano Bolis e il sindaco di Novi Luisa Turci. La filiale di Novi è una presenza storica sul territorio. Aperta nel 1975 dal Banco, allora noto come il “Banco dei Santi”, era stata fortemente danneggiata dalle scosse di terremoto del 29 maggio 2012. In seguito all’evento sismico, i dipendenti di Novi sono stati trasferiti in filiali provvisorie dove hanno assicurato la completa operatività bancaria fino al rientro in via Provinciale. Messi a nuovo grazie a un’ampia opera di ristrutturazione, gli spazi della filiale offrono al pubblico locali accessibili e funzionali.

Italia invasa dal vino spagnolo


Italia invasa dal vino spagnolo

“L’afflusso massiccio di vino straniero in Italia rischia di infangare anche il nome di una delle eccellenze modenesi, il lambrusco, che da solo copre tra il 60 e il 70% del valore totale delle esportazioni di vini regionali”. E’ il commento preoccupato di Coldiretti Modena alla notizia che il 2014, secondo quanto emerge da una analisi su dati Istat presentata al Vinitaly dalla Coldiretti, fa segnalare il record storico delle importazioni con 278 milioni di chili, in aumento del 46 per cento dall’inizio della crisi nel 2008 con ben 228 milioni di chili (82 per cento) arriva sfuso in cisterne delle quali non si conosce la reale destinazione. La provenienza invece – sottolinea la Coldiretti Modena – è soprattutto spagnola con l’arrivo di ben 154 milioni di chili di vino dalla penisola iberica e dagli Usa da dove sono sbarcati in Italia 47 milioni di chili di vino, la quasi totalità sfusi in recipienti superiori a 2 litri. Occorre fare chiarezza sulle destinazioni finali di queste produzioni a chilometro illimitato – sottolinea la Coldiretti – per evitare il rischio di frodi ed inganni a danno del Made in Italy come testimonia l’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura promosso dalla Coldiretti con l’ex procuratore Giancarlo Caselli alla guida del comitato scientifico che ha piu’ volte puntato il dito sul pericolo di inganni che si nasconde dietro la mancanza di trasparenza nell’importazione massiccia di materie prime agricole.

Inaugurato Cosmoprof


Inaugurato Cosmoprof

Gli spazi di Bologna Fiere ospiteranno fino al prossimo 23 marzo l’edizione 2015 di Cosmoprof, la manifestazione dedicata a Beauty e Cosmesi. Tante le novità nel campo della bellezza nel segno del “green”  e di Expo 2015. Al taglio del nastro di questa mattina ha partecipato anche una madrina d’eccezione, l’attrice Cristiana Capotondi, rappresentante di “Women for Expo”.

Cispadana, Arc difende presidente Pattuzzi


Cispadana, Arc difende presidente Pattuzzi

Sull’indagine della procura di Firenze su appalti truccati interviene oggi il consiglio d’amministrazione di Arc, Austostrada Regionale Cispadana spa, che rinnova la fiducia al presidente Graziano Pattuzzi, indagato per tentata induzione indebita. “Nulla è stato promesso o affidato per ottenere trattamenti di favore per un’opera fortemente voluta dalla Regione Emilia romagna”, scrive il cda in una nota, dove si chiede anche alla magistratura di concludere velocemente l’inchiesta.

Embargo russo, i campi perdono 120 milioni


Embargo russo, i campi perdono 120 milioni

Il settore agroalimentare dell’Emilia Romagna ha perso circa 120 milioni di euro di esportazioni in Russia nel quarto trimestre 2014 a causa dell’embargo imposto ai prodotti dell’Unione europea per la guerra in Ucraina. Il dato è di Coldiretti Emilia Romagna sulla base dei dati sulle esportazioni dell’Unione regionale delle Camere di Commercio. Nonostante il periodo favorevole per le esportazioni agroalimentari che, rispetto allo stesso periodo del 2013, ha visto crescere del 4,9 per cento i prodotti dell’agricoltura e della pesca e dell’1,1 per cento i prodotti alimentari e le bevande, l’export verso la Russia – sottolinea Coldiretti – negli ultimi tre mesi del 2014 è crollato del 24,4 per cento proprio a causa dell’embargo russo scattato il 7 agosto, che ha sancito il divieto di ingresso a prodotti agroalimentari come frutta, verdura, ortaggi, formaggi, carne, salumi e pesce. L’embargo ha colpito l’agroalimentare dell’Emilia Romagna proprio alla fine dell’estate, in un momento di immissione sul mercato di frutta fresca, dalle pere alle mele, dalle pesche agli ortaggi. Ai danni diretti – commenta Coldiretti Emilia Romagna – si aggiungono quelli indiretti, che hanno determinato la diffusione sul mercato russo di imitazioni low cost dei prodotti italiani, che rischiano di distruggere l’immagine dei prodotti originali in particolare il Parmigiano Reggiano e i salumi dell’Emilia Romagna.

Premiazione dell’economia verde


Premiazione dell’economia verde

Si terrà nella mattinata del 12 marzo la premiazione della quarta edizione del PREMIO ECONOMIA VERDE, iniziativa organizzata da Legambiente Emilia-Romagna con i patrocini di Regione Emilia-Romagna, Aster, Unioncamere Emilia-Romagna ed Ervet. Sarà l’occasione per raccontare alcune storie  d’imprese verdi ed innovative presenti in Regione, attraverso la voce delle aziende vincitrici di questa quarta edizione del Premio.

Conserve Italia punta sulla Germania


Conserve Italia punta sulla Germania

Importante accordo commerciale per Conserve Italia che punta forte sul mercato tedesco grazie al brand Cirio. Il gruppo cooperativo Conserve Italia dopo gli accordi commerciali con Tesco in Regno Unito e quelli in Giappone ha stretto nuove alleanze in Germania per potenziare le vendite dei suoi brand di punta, Valfrutta e Cirio. Ne dà notizia un comunicato del gruppo.
È stato intatti siglato un contratto di fornitura con la catena Rewe, una delle principali insegne distributive tedesche, che ha consentito al gruppo cooperativo bolognese di posizionare a scaffale i prodotti Cirio nei 3.000 punti vendita. Oggi il giro di affari di Conserve Italia in Germania ha raggiunto i 30 milioni di euro. In un anno il consorzio bolognese stima una crescita del 20%.