Aumentano gli agriturismo in Emilia Romagna


Nel 2016, in Emilia-Romagna, le iscrizioni ai registri provinciali delle attività agrituristiche sono passate da 1.368 a 1.461 “con un incremento di aziende non ancora attive del 6,7%” mentre un agriturismo su due offre attività sportive, ricreative, didattiche e culturali. E’ quanto emerge da una nota congiunta di Agriturist e Agricycle regionali, in vista del convegno ‘Le nuove tendenze del turismo in Emilia-Romagna’. “L’agriturismo emiliano-romagnolo vive ora un momento di fermento – osserva Paola Pedroni, presidente di Agriturist e Agricycle Emilia-Romagna -: le aziende adesso chiedono strumenti ad hoc più un sistema efficace in grado di far collimare domanda e offerta”. Nel dettaglio, viene evidenziato, ci sono 62 aziende di nuova iscrizione a Bologna; 54 a Parma; 42 a Piacenza; 41 a Forlì-Cesena; 36 a Reggio Emilia; 27 e 22 rispettivamente a Ravenna e a Modena e infine Rimini e Ferrara con 12 e 8 unità. “Un agriturismo su due in regione offre attività sportive, ricreative, didattiche e culturali – argomenta ancora Pedroni -: occorrono professionalità specifiche e pacchetti integrati sempre più legati al territorio e al benessere”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet