Attenti ai gorilla


BOLOGNA, 23 MAR. 2010 – Dal guerrilla marketing al gorilla marketing. Si può riassumere con questo gioco di parole il fenomeno delle nuvolette che stanno apparendo sui manifesti elettorali affissi per le vie di Bologna. Un’operazione di disturbo creativo che rientra nella sfera del guerriglia marketing ovvero di quelle tecniche di comunicazione non convenzionali e a basso costo che consentono di ottenere il massimo della visibilità col minimo investimento. A fianco della nuvoletta è ritratto un gorilla, è dalla sua bocca che esce la frase scritta nel fumetto. Ma l’autore del testo può essere chiunque. Basta passare davanti al cartello elettorale muniti di una penna e di una battuta che frulla per la testa.Le istruzioni del gioco si trovano su daivoceallajungla.wordpress.com. Da questo sito è possibile stampare le sagome dei gorilla da applicare sui manifesti elettorali. Senza farsi vedere, che non si sa mai. L’operazione, infatti, è iniziata alle 4 di notte di sabato 20 marzo, a una settimana dalle elezioni amministrative regionali. Il sito internet degli ignoti guerriglieri della comunicazione raccoglie le foto dei manifesti corredati dai gorilla con le frasi completate. Magilla è il nome che è stato dato all’animale-testimonial. Forse la prima sillaba sta per marketing, mentre la parte finale è la stessa della parole guerrilla. Fatto sta che il personaggio ricorda il protagonista della campagna pubblicitaria di una nota marca di aperitivo analcolico (che "fa impazzire il mondo", dice lo spot). "Magilla è uno dei tanti animali di questa jungla, un semplice gorilla, stanco come tutti gli altri di questa dittatura dei caimani", si legge nel manifesto di "Dai voce alla jungla". La giungla, ovviamente, è l’attuale arena politica, fatta, appunto, di politici "caimani" e di "animali rassegnati", che sarebbero gli elettori. I quali oggi hanno una piccola valvola di sfogo in più: dire cosa si pensa dei candidati alle regionali attraverso la voce del gorilla Magilla.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet