Attaccante del Ravenna investito e ucciso da un’auto


CERVIA (RAVENNA), 19 SET 2009 – Brian Filipi, 20 anni compiuti lo scorso 11 agosto, attaccante albanese del Ravenna calcio (Lega Pro, Prima divisione, Girone B) è stato investito da un’auto ed è morto nella notte in ospedale. L’incidente poco dopo le 23 di ieri lungo la circonvallazione di Cervia, cittadina turistica del Ravennate. Filipi camminava assieme ad un compagno di squadra sul ciglio della strada quando alle spalle dei due è arrivata l’automobile che ha colpito in pieno il ragazzo facendolo volare e ricadere pesantemente sull’asfalto. La macchina, che secondo alcune testimonianze viaggiava a forte velocità, è andata poi a fermarsi contro un paio di vetture parcheggiate. Il personale del 118 Romagna Soccorso, intervenuto con un’auto medicalizzata e due ambulanze (anche una donna di 52 anni è stata visitata al pronto soccorso) assieme a vigili del fuoco e carabinieri, ha portato il giovane calciatore in ospedale dove Filipi è morto. "Mi sono sentito sfiorare dallo specchietto retrovisore e ho visto Brian volare via", ha raccontato sconvolto il compagno di squadra. In ospedale nella notte è arrivato anche il presidente del Ravenna, Gianni Fabbri. Filipi era una promessa: aveva giocato nelle nazionali giovanili del suo paese e il Palermo nei mesi scorsi l’aveva opzionato, senza poi esercitare la possibilità di ingaggio. Per il Ravenna domenica il calendario prevedeva la trasferta sul campo del Foggia, ma la squadra romagnola ha chiesto, in segno di lutto, il rinvio del match, che è stato fissato per mercoledì 30 settembre.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet