Aster e Banco popolare per imprese che innovano


L’intesa tra ASTER, il Consorzio regionale per l’innovazione che da trent’anni sostiene e supporta la nascita e lo sviluppo di imprese innovative e il Banco Popolare, gruppo di cui fa parte il Banco S.Geminiano e S.Prospero (Bsgsp), offre una nuova collaborazione tra banche e imprenditori, per garantire la massima competitività alle piccole e medie imprese dell’Emilia Romagna, sul fronte dell’innovazione e degli investimenti. Linee di credito ad hoc, capitale di rischio, piattaforme e servizi di accompagnamento e supporto per l’accesso alle risorse finanziarie: con l’attuazione del Decreto Crescita 2.0 si rafforza e si agevola il legame tra banche e imprese innovative e nuovi strumenti vengono messi in campo. I dettagli dell’accordo sono stati presentati oggi, presso ASTER – Area della Ricerca di Bologna, nell’ambito del seminario intitolato “Le imprese che innovano: strumenti finanziari per la crescita e lo sviluppo” dove hanno aperto i lavori Fabio Rangoni, presidente di ASTER e Stefano Bolis, direttore territoriale Bsgsp che hanno poi lasciato la parola agli specialisti in start up, finanza e sviluppo di ASTER e Banco Popolare. L’incontro è stato l’occasione per illustrare non solo i contenuti dell’accordo e le linee di credito del Banco Popolare, ma anche alcune nuove iniziative e casi di successo nel processo di finanziamento dell’innovazione in ambiti più nuovi quali quelli del crowfunding. Hanno infatti partecipato all’incontro Matteo Piras, presidente e co-founder di Starsup.it e Fabio Simonelli founder di eppela.com. «L’intesa con ASTER in Emilia Romagna – ha commentato Stefano Bolis, direttore territoriale Bsgsp – è il segno tangibile di come il Banco sia concretamente impegnato nella creazione di sinergie fra istituzioni e attori del territorio a favore delle piccole e medie imprese, veri motori per la crescita e l’occupazione». Fabio Rangoni, presidente di ASTER: «Oltre alla creazione di sinergie tra pubblico e privato, questo accordo, deve dare un segnale forte per invertire un tendenza che, purtroppo, è tutta italiana. Sappiamo che ciò che ostacola di più la nascita di start up innovative, ma anche lo sviluppo di progetti di innovazione, è la mancanza di finanziatori privati. Banche e istituzioni finanziarie, almeno fino ad oggi, hanno sostenuto in modo debole l’innovazione. In 30 anni di attività la nostra ricetta, e insieme scommessa quotidiana, per supplire a queste carenze è stata, ed è, fare sistema». ASTER fornisce servizi dedicati nell’ambito della finanza per l’innovazione. Tra questi il servizio Pronti per l’Investitore, informazioni e orientamento su capitali e risorse per la nascita e lo sviluppo di progetti d’innovazione e FINANCER, il market place della finanza per l’innovazione e la crescita in Emilia-Romagna.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet