Assolo di Lorenzo, Melandri e Pedrosa sul podio


17 MAG 2009 – Jorge Lorenzo vince in scioltezza il GP di Le Mans, bissando il successo di Jerez e portandosi in testa alla classifica del Mondiale. Una gara pessima per Valentino Rossi, partito quarto, caduto al 6° giro e poi costretto anche ad un Drive through per un eccesso di velocità nella corsia dei box. Grande invece la prestazione di Marco Melandri, che pur partendo dalla nona posizione è riuscito ad agguantare una seconda posizione finale che non vedeva da anni. Ottima prova anche per Andrea Dovizioso, che solo a tre curve dalla fine viene rimontato dal compagno di scuderia Pedrosa e deve cedergli il terzo gradino del podio.LA CRONACA DELLA GARALa gara parte con i piloti che montano gomme da bagnato, malgrado non piova più dalla mattina. Primi giri ricchi di sorpassi, con Lorenzo che guadagna in fretta la testa della corsa e scappa. All’inseguimento si lanciano Rossi e Dovizioso, presto seguiti da Melandri, che partito solo nono riesce in soli due giri a rientrare sui primi. La catastrofe di Rossi si materializza al sesto giro: il pesarese rientra prima degli altri per cambiare la moto, montando gomme intermedie. Ma forse è troppo presto: poche curve dopo l’uscita dai box, perde l’anteriore e si stende sull’asfalto. Riprenderà la corsa, ma sarà costretto a fermarsi per cambiare la moto (danneggiata dalla caduta), ed ancora sul termine di corsa, per cambiare le gomme per la terza volta. Sul suo groppone anche un drive through, comminatogli per aver dimenticato di azionare il limitatore in una delle sue tre soste ai box. Una gara da dimenticare in fretta, chiusa in ultima posizione a oltre due giri dal compagno di squadra.Proprio Lorenzo vince in scioltezza, facendo registrare i tempi migliori sia con le gomme da bagnato che con quelle da asciutto. A guadagnare dalle condizioni della pista è soprattutto Marco Melandri, che cambia la moto una tornata dopo Rossi e, riuscendo a rimanere in piedi nei primi giri, si ritrova con un distacco tranquillizzante su chi insegue. Gara incolore invece per Stoner, mai competitivo e lento in tutte le condizioni: chiuderà quinto, dietro al nostro Dovizioso. Il pilota forlivese, autore di una gara maiuscola, era risalito fino alla terza posizione, ma il suo compagno di squadra alla HRC Honda, Daniel Pedrosa, con un finale di gara stratosferico riesce ad azzerare il distacco e a sorpassarlo a tre curve dalla fine.Vince Lorenzo, davanti a Melandri e Pedrosa, poi Dovizioso, Stoner, Vermeulen ed Edwards.In classifica mondiale, guida Lorenzo con 66 punti, davanti a Rossi e Pedrosa (65) e a Stoner (46).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet