Asp recluta avvocati under 40


L’Asp Città di Bologna dà un’occasione di lavoro agli avvocati con meno di 40 anni. L’azienda per i servizi alla persona che ogni anno ha a che fare con decine di cause “del genere seriale e routinario”, ha deciso di fare ricorso alla collaborazione di giovani legali esterni per la gestione, per esempio, di convalide di sfratto e ricorsi per decreto ingiuntivo. Asp, si legge in una nota, solitamente si avvale dei propri dipendenti abilitati e iscritti nell’elenco speciale annesso all”Albo degli avvocati del Foro di Bologna. Però, con una deliberazione, spiega l’amministratore unico dell’azienda, Gianluca Borghi, “in caso di necessità di ricorso ad avvocati esterni, gli uffici d”ora in poi conferiranno gli incarichi di patrocinio legale, in via preferenziale, ad avvocati iscritti all’Ordine di Bologna con età inferiore ai 40 anni, per agevolarne ed incentivarne la crescita professionale, nel quadro delle politiche locali di sostegno al lavoro giovanile”. Il conferimento dell’incarico, “che avverrà nel rispetto dei principi di imparzialità, parità di trattamento, proporzionalità e rotazione arriverà per iscritto prima della costituzione in giudizio, e l’elenco di tutti i professionisti che riceveranno incarichi- precisa Borghi- sarà costantemente aggiornato sul sito web di Asp città di Bologna”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet