Arriva a Ravenna il Treno Verde di Legambiente


RAVENNA, 15 MAR. 2010 – Prossima fermata Ravenna. Sesta tappa per il Treno Verde, ovvero la storica campagna (quest’anno compie vent’anni) di Legambiente e Ferrovie dello Stato. Un tour che ha lo scopo di monitorare lo stato dell’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane e sensibilizzare grandi e piccoli cittadini sulle nuove possibilità di risparmio energetico, grazie ad una mostra interattiva, incontri e convegni.Sul Treno Verde, aperto al pubblico dall’16 al 19 marzo al binario 3 Nord della stazione di Ravenna, verrà affrontato il tema della mobilità sostenibile, analizzando i vantaggi che il trasporto pubblico e su ferro può garantire alle città e ai cittadini. Inoltre, modellini interattivi permetteranno ai visitatori di “toccare con mano” le problematiche del cambiamento climatico e di capire il funzionamento delle energie rinnovabili, mentre altri plastici mostreranno pratiche semplici e concrete per risparmiare energia.La prima carrozza del Treno è dedicata alla mobilità e a come questa può diventare sostenibile, mostrando anche alcune buone pratiche come il progetto europeo Green Post che promuove un modello di mobilità alternativa a impatto zero per i servizi postali, grazie all’utilizzo di mezzi elettrici. Attraverso un percorso articolato che va dal “pensare globale” all’“agire locale”,  la seconda carrozza spiega, invece, il fenomeno dell’effetto serra e i vantaggi delle energie rinnovabili, temi che conducono direttamente alla terza carrozza, in cui, grazie agli elettrodomestici di alta efficienza di Indesit, è allestita una vera e propria casa ecologica dove si potranno scoprire le opportunità e le novità per risparmiare energia e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. A bordo, la soluzione innovativa Green@Home realizzata da Telecom Italia  mostra come sia possibile monitorare i consumi della casa diminuendo la  produzione di CO2 e favorendo un concreto risparmio economico.  Il Treno Verde porrà sotto osservazione la città di Ravenna, avvalendosi del Laboratorio Mobile dell’Istituto Sperimentale di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), che analizzerà i livelli di rumore e smog sostando per 72 ore consecutive in via San Gaetanino, altezza civico 141-143.Il programma in pillole della tappa ravennate:Martedì 16 marzo, alle ore 15.00 partirà da Piazza N.Vacchi il Trofeo Tartaruga, la particolare gara dedicata alla mobilità urbana che vedrà i volontari di Legambiente e FIAB impegnati in una sfida tra biciclette, automobile e autobus. Verranno cronometrati i tempi di percorrenza di ciascun mezzo per verificare quale è il più veloce e quale il meno impattante. A seguire, alle ore 17.00, a bordo del Treno Verde, Tavola rotonda “Turismo sostenibile Treno / Bici”, organizzata da Legambiente e Fiab.Per l’occasione, sarà esposta una mostra di bici “recuperate” dal progetto di Cittàttiva, Villaggio del Fanciullo, FIAB e Legambiente, grazie al contributo creativo del Liceo Artistico di Ravenna. Giovedì 18 marzo, alle ore 9.30, presentazione dell’iniziativa di lancio del Progetto "Ecogeneration – Scuola Amica del Clima”, in collaborazione con Legambiente, Edison, Cooperativa Impronte e la Scuola Media Montanari. A seguire, alle ore 16.00, a bordo del Treno Verde, dibattito sul progetto “Un Fiume per Amico! Dal Parco del Delta del Po alle Foreste Casentinesi…in bici!” Venerdì 19 marzo, alle ore 16.00, il Treno Verde ospita il dibattito dal titolo “Ravenna nel sistema dei trasporti. Una Voce Fuori dal Coro!” con presentazione del documento di Legambiente “Uno Sguardo dal Ponte – progetto By-Pass sul Candiano/autostrada E55” Sabato 20 marzo alle ore 11,30, conferenza stampa finale in cui verranno presentati i risultati del monitoraggio sull’inquinamento atmosferico e acustico di Ravenna, rilevati dal laboratorio mobile dell’istituto sperimentale di RFI e dal Treno Verde.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet