Aree ex Falck, Legacoop sta con CCC: “Persone serie e perbene”


BOLOGNA, 28 LUG. 2011 –  I presidenti di Legacoop Nazionale, Giuliano Poletti, di Legacoop Emilia-Romagna, Paolo Cattabiani, di Legacoop Bologna, Gianpiero Calzolari, e dell’associazione nazionale delle cooperative di produzione e lavoro, Carlo Zini, mettono nero su bianco il loro sostegno al CCC, dopo che da alcune notizie di stampa è emerso che uno dei suoi vice, Omer Degli Esposti, è indagato per concussione nell’ambito della inchiesta sulle aree ex Falck. Inchiesta che però non è citata esplicitamente nella nota diramata oggi. "Noi stiamo col Consorzio Cooperative di Costruzione – recita il comunicato – con le sue 240 cooperative associate, i suoi amministratori, i suoi dirigenti e i suoi tecnici: persone serie e perbene che in ormai 100 anni di storia, con competenza e valori etico-morali, hanno consentito al Consorzio di diventare una delle prime imprese del settore in Italia".Per gli esponenti della Lega delle cooperative si tratta di persone che rappresentano "una delle risorse fondamentali per il Movimento Cooperativo e per l’economia regionale e nazionale" e che "vanno rispettate e tutelate e alle quali prioritariamente ci rivolgiamo per far loro sentire la vicinanza e confermare la fiducia della nostra organizzazione". Il CCC, aggiungono i cooperatori, "ha dimostrato di essere capace di costruire sia palazzi (pubblici e privati) sia grandi infrastrutture e per farlo non ha avuto e non ha bisogno di ricorrere a pratiche illecite o poco trasparenti". Legacoop "sta volentieri dalla loro parte, ne difende la reputazione e li ringrazia pubblicamente per ciò che hanno più volte espresso negli interventi di solidarietà a favore di altre cooperative in difficoltà con sensibilità e attenzione; le medesime che vogliamo adesso manifestare nei loro confronti".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet