Arancia metalmeccanica sbarca in Emilia-Romagna


BOLOGNA, 8 GEN. 2010 – Gli agrumi fanno bene, in particolare se chi li compra lo fa per aiutare lavoratori senza stipendio da mesi. Si riassume così l’iniziativa dal titolo "Arancia Metalmeccanica", partita a Roma il novembre scorso in aiuto ai dipendenti della Eutelia e che questo fine settimana sbarca in Emilia Romagna. I banchetti di Rifondazione Comunista, il partito promotore della campagna, saranno presenti sabato e domenica in piazza a Casalecchio (Bologna), a Piacenza e a Pontenure (Piacenza). Vi si potranno acquistare arance siciliane il cui ricavato andrà al fondo di solidarietà dei 140 lavoratori della Agile (ex Eutelia) e Phonemedia dell’Emilia-Romagna. “I lavoratori di Agile e di Phonemedia – dicono i responsabili del Prc – sono senza stipendio da agosto: è una vergogna, causata dalla banda di delinquenti che ha amministrato il gruppo nei mesi scorsi. Il 23 dicembre il Tribunale fallimentare di Roma ha posto sotto sequestro Agile e nominato dei custodi giudiziari. Ad oggi, però, il pagamento degli stipendi arretrati non si è ancora sbloccato: per questo pochi giorni fa abbiamo presentato un ordine del giorno – approvato unanimemente – presso l’Assemblea Legislativa dell’Emilia- Romagna che attivasse per loro le misure che la Regione ha attivato per i lavoratori in cassa integrazione e in mobilità”.E’ per questo che è nata la campagna ‘Arancia Metalmeccanica’, “e per questo – sottolineano gli esponenti di Rifondazione – appoggeremo tutte le forme di conflitto e lotta che i lavoratori sceglieranno. La vicenda dell’ex Eutelia ci dice fino a dove possa spingersi l’arroganza e la cialtronaggine padronale e, al contempo, ci dice che i lavoratori sanno ribellarsi e dire di no”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet