Appalti ricostruzione, finora dominano le imprese dell’ER


© Telereggio24 SET. 2012 – Chi è in testa nella corsa agli appalti per la ricostruzione post terremoto? Quali sono e da dove vengono le aziende che stanno vincendo le gare? Per tirare le somme è decisamente troppo presto. Ma sfogliando l’elenco delle prime 28 aggiudicazioni per una quarantina di scuole nelle province di Modena, Reggio, Bologna e Ferrara, qualche linea di tendenza si intravede. La prima cosa che si può dire è che le aziende emiliano-romagnole stanno facendo la parte del leone. Le imprese della nostra regione si sono aggiudicate 14 lotti su 28.Le gare hanno premiato in particolare le aziende reggiane, che hanno conquistato da sole un quarto degli appalti totali.
Tra le imprese aggiudicatarie ci sono infatti la Sacea di Scandiano, la Edil Borgonovi di Cavola, la Manutenzioni generali reggiane, Coopsette e il tandem costituito da Edilizia Montelaghi Valter di Carpineti e Cosmo Haus. Sacea e Mgr hanno conquistato addirittura due appalti a testa. Per contro, tra i lavori assegnati neppure uno è andato ad aziende del Mezzogiorno.
Interessante anche il ruolo giocato dalla cooperazione.Le imprese cooperative hanno portato a casa finora il 17-18% degli appalti: oltre a Coopsette, di cui abbiamo già detto, la Cooperativa Muratori di Soliera ha vinto un appalto e la CMC di Ravenna tre. Ventitre lotti su 28 sono andati invece ad aziende private.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet