Anticipo in agricoltura, da Agrea 200 milioni


Al via l’erogazione dell’anticipo del 70%, complessivamente 200 milioni di euro, agli agricoltori che hanno diritto agli aiuti relativi alla “Domanda unica 2015”. Ai pagamenti sta provvedendo l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura (Agrea). «Siamo i primi in Italia a procedere ai pagamenti e, come autorizzato dalla Commissione Ue, di aumentare dal 50 al 70 per cento gli anticipi Pac – sottolinea soddisfatta l’assessore regionale alla Agricoltura Simona Caselli – consentendo  agli agricoltori emiliano romagnoli di avere una iniezione di liquidità specie per quei comparti che nel 2015 hanno avuto un mercato poco remunerativo». Il piano dei pagamenti terrà conto della complessità legata all’esecuzione dei controlli amministrativi nelle diverse linee di premio. Così i primi riguarderanno unicamente il pagamento del premio base, poi seguiranno quelli con il valore del greening associato e successivamente quelli con la richiesta del premio “giovane agricoltore”. Il pagamento ai piccoli agricoltori verrà effettuato a saldo poiché è in fase di elaborazione il valore da corrispondere annualmente fino al 2020.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet