Anmil: “Più tutele per le donne lavoratrici”


In collaborazione con Trc – TelemodenaMODENA, 7 MAR 2010 – Tra una proposta di spogliarello maschile, cene con le amiche e mimose portate a casa a mogli e compagne per quieto vivere, la Festa della donna sembra sempre più spesso dimenticare le ragioni per cui nacque all’inizio dello scorso secolo: rivendicare più diritti e migliori condizioni di lavoro. Non a caso, l’origine viene comunemente fatta risalire all’incendio di un’industria tessile di New York in cui persero la vita centinaia di operaie, segregate in fabbrica come schiave. Molte erano italiane. Era il 25 marzo 1911, ma più dell’incongruenza nella datazione, conta il significato profondo dell’8 marzo, molto più di una festa. E così, per rimettere le cose a posto, l’Anmil, l’associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, ha scelto proprio l’8 marzo per chiedere nuove tutele per le donne lavoratrici, estendendo a tutte l’assicurazione contro gli infortuni domestici prevista ora per le casalinghe. Perché le donne vittime di infortuni sul lavoro risultano perdere il posto in misura molto maggiore rispetto agli uomini, ma si riduce anche in modo significativo la capacità di lavoro domestico. Una proposta condivisa anche dall’Inail. Nel modenese, a fine 2009, erano 3244 le donne titolari di una rendita Inail, anche se il trend degli infortuni sul lavoro al femminile risulta in leggero calo. Resta purtroppo alto il dato degli infortuni in itinere, incidenti stradali che si verificano nel percorso casa – lavoro.Domani tante iniziative al femminileLa maggior parte delle iniziative domani, ma già oggi, domenica, cominciano le celebrazioni dell’8 marzo. Fino a martedì in molti ristoranti e pizzerie di Modena le donne potranno beneficiare di sconti e aperitivi omaggio. La Cgil ricorda che quest’anno la vendita delle mimose servirà a finanziare progetti a favore delle donne e dei bambini di Haiti. Domani alle 10, nell’atrio del Policlinico, concerto con musiche di Mozart, Haydn e Sammartini. Anche il Consiglio comunale di Modena celebrerà l’8 marzo. Nella seduta di domani non mancheranno momenti di riflessione per sottolineare l’impegno delle istituzioni nel percorso di affermazione dei diritti delle donne. E’ invece stato rinviato per maltempo lo sperttacolo della banda di Manzolino previsto per questo pomeriggio in zona Tempio. Verrà recuperato domenica 21 marzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet