Ancora problemi di accesso al credito


Finanziamenti a imprese e famiglie in calo dell’1,4% a giugno 2015, e depositi invece in crescita dell’1,3%. Inoltre investimenti in flessione, ma più alti che altrove. Questi gli aspetti principali dell’indagine sulla dinamica del credito in provincia di Reggio Emilia al 30 giugno 2015, elaborata dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia su dati Bankitalia. In dettaglio, i depositi bancari risultano in crescita (dell’1,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente), per un totale di 11,7 miliardi di euro. L’aumento dei depositi in provincia è tuttavia ancora inferiore rispetto all’analoga variazione positiva che si verifica in Italia (più 5,6%), ma in linea con quella registrata in Emilia-Romagna (più 1,5%). Prosegue, parallelamente, il calo dei finanziamenti alle imprese e alle famiglie reggiane (meno 1,4%) che raggiungono un valore complessivo che supera i 19 miliardi. La flessione viene confermata anche a livello nazionale e per il mese di luglio, con dati Abi (l’associazione di categorie delle banche) che parlano di un meno 0,1%. Con finanziamenti in calo e risparmi in crescita, rimane ovviamente in flessione, ormai costante dal 2011, il grado di propensione della provincia di Reggio Emilia agli investimenti, che è però superiore alla media regionale e nazionale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet