Ancora in crescita il settore dei viaggi online: +22%


Il mercato digitale del turismo cresce del 22% e vale 14 miliardi di euro. Questo il giro d’affari al termine del 2016 calcolato da SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi per single, considerando sia gli acquisti degli italiani lungo la Penisola o all’estero che quelli degli stranieri che vengono in Italia. Secondo le stime di SpeedVacanze.it, il settore tradizionale dei viaggi è invece a crescita zero nel 2016, fermo a 36 miliardi di euro, sempre considerando sia gli acquisti degli italiani in Italia e all’estero che quelli degli stranieri che vengono nel Belpaese. La ricerca di SpeedVacanze.it ha inoltre evidenziato una netta divisione tra i consumatori finali di servizi turistici digitali, che si dimostrano molto attenti alle novità, dinamici e vivaci, sempre pronti ad adattarsi alle nuove opportunità offerte dal digitale, e i consumatori finali di servizi turistici tradizionali, che in generale non sono affatto attratti dalle novità e prediligono viaggi verso mete e strutture conosciute, rimanendo fedeli alle loro scelte del passato. Approfondendo poi la spesa digitale nel settore del turismo, SpeedVacanze.it ha calcolato che il 67% del mercato è assorbito dai «trasporti» che chiudono il 2016 con un giorno d’affari di 9,4 miliardi di euro, seguito con il 20% dalle «strutture ricettive» a quota 2,8 miliardi di euro e con il 13% dai «pacchetti viaggio» a quota 1,8 miliardi di euro.

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet