Anche l’Alta Valmarecchia si converte al fotovoltaico


RIMINI, 4 AGO. 2011 – Sono entrati a far parte dell’Emilia-Romagna esattamente due anni fa e adesso i sette comuni dell’Alta Valmarecchia si allineano al resto della regione sposando la causa del fotovoltaico. Anche a Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello – fino al 2009 appartenenti alle Marche – sarà infatti possibile avere la cartografia dei siti idonei o non idonei all’istallazione di impianti fotovoltaici a terra. Proprio nei giorni scorsi, è stata pubblicata la delibera della Giunta Regionale relativa alla ricognizione dell’intera area.Di fatto, spiega una nota della Provincia di Rimini, viene colmata una lacuna che si era determinata al momento dell’approvazione della delibera dell’Assemblea regionale, che nel dicembre scorso aveva normato e cartografato le zone in cui é possibile realizzare impianti senza tenere conto dell’alta Valmarecchia. In seguito al lavoro svolto di concerto da Regione e Provincia, condiviso dagli stessi comuni, si è arrivati alla definizione della cartografia, oggi visionabile anche on line in modo da verificare rapidamente se in una certa area vi siano norme o vincoli che limitano o vietano gli impianti fotovoltaici.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet