Anche in Italia i Kaizen Award


Percorsi di formazione di alta qualità, «tutta azione, zero aula» in puro stile Kaizen. Un viaggio in Giappone per vedere di persona le soluzioni adottate da aziende e organizzazioni che riescono a diventare ogni giorno più efficienti. Oltre all’importanza di essere certificati come aziende «vincenti» da Kaizen Institute, l’interlocutore italiano di riferimento nel mondo del miglioramento continuo. Questi i premi della prima edizione italiana dei Kaizen Award: riconoscimenti che premiano aziende e organizzazioni capaci di mettere a punto nuove soluzioni per la crescita: miglioramento della produttività, sviluppo di processo e di prodotto, allargamento dei mercati, maggiore soddisfazione del cliente, ridefinizione degli spazi aziendali per una più efficace organizzazione dei processi.
Dopo il successo già raccolto all’estero, Kaizen Institute porta in Italia i propri Award, in collaborazione con Tuv Intercert, società internazionale di certificazione: le candidature rimarranno aperte fino al 15 maggio. Già accettare – e vincere – la sfida del cambiamento è un vantaggio competitivo non da poco per un’organizzazione. Ora, chi ha portato a termine progetti di miglioramento continuo, potrà anche vedere riconosciuto pubblicamente il proprio impegno.
«Si tratta di un’occasione prestigiosa per i manager per dare un riconoscimento alle proprie persone e visibilità all’azienda ed ai progetti realizzati – spiega Bruno Fabiano, founding partner di Kaizen Institute Italia, con sede a Bologna – La partecipazione al premio inoltre testimonia la presenza di un ambiente di lavoro aperto, dinamico e in continuo miglioramento, quindi con un impatto positivo in temini employer branding».

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet