Anche Confartigianato ER contro i ritardi di pagamento


3 OTT. 2012 – Il via libera dato dalla Commissione Attività produttive della Camera al Disegno di legge sui tempi di pagamento tra imprese raccoglie una altro plauso, quello di Confartigianato Emilia Romagna. “E’ un’importante testimonianza di attenzione da parte del Parlamento ai problemi delle aziende italiane – commenta il presidente Marco Granelli in un comunicato – tuttavia, per Confartigianato Emilia Romagna è fondamentale che il Governo mantenga l’impegno assunto in più occasioni di recepire entro novembre, con la delega contenuta nello Statuto delle imprese, la Direttiva europea che porta a 30/60 giorni i tempi di pagamento nelle transazioni commerciali tra Stato, privati e imprese”.A testimoniare le difficoltà vissute da artigiani e piccole e medie imprese sono i dati sui tempi medi di pagamento da parte delle pubbliche amministrazioni e dai privati: al momento si attendono in media 137 giorni e nell’ultimo anno sono aumentati di 44 giorni. “Nel nostro Paese i tempi medi di pagamenti sono il doppio della media dell’unione Europea per i pagamenti tra privati – prosegue Granelli – e il triplo della media europea nei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Stiamo parlando di media, teniamo quindi presente che ci sono aziende che devono attendere addirittura anni per essere pagati”.“Come il Parlamento ha mostrato di ben comprendere, bisogna agire rapidamente – continua il numero uno di Confartigianato ER– perché quello dei ritardi di pagamento è uno dei problemi più gravi che stanno all’origine della mancanza di liquidità degli imprenditori e che costringe alla chiusura molte imprese”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet