Amministrative: affluenza in calo in tutta l’Emilia-Romagna


BOLOGNA, 15 MAG 2011 – Affluenza bassa nella prima giornata di voto per le elezioni amministrative in Emilia-Romagna che chiamano al voto oltre un milione di elettori, in 46 Comuni e nella provincia di Ravenna. L’afflusso alle urne non è stato altissimo, anche se pare scongiurato il flop clamoroso previsto alla vigilia: il dato delle 19 aveva fatto registrare addirittura un aumento rispetto alle precendenti elezioni, quello diffuso alle 22 ha fatto invece segnare un sostanziale calo. Fra i Comuni capoluogo si vota a Bologna, Ravenna e Rimini. A Bologna, anche per gli effetti nazionali del voto amministrativo che eleggerà il sindaco dopo 16 mesi di gestione commissariale, sono puntate le maggiori attenzioni: alle 22 aveva votato il 52,68% degli aventi diritto, qualche decimale in più rispetto alle regionali dell’anno scorso quando, alla stessa ora, aveva votato il 52,17%. Anche sui dati dell’affluenza non sono mancate le polemiche: alle 12 il Viminale ha diffuso i dati confrontandoli con quelli delle elezioni del 2009, quando, però, vista la concomitanza con le europee, si era votato sabato e domenica. Il fatto che venisse evidenziato un calo di oltre il 50% ha fatto infuriare il Pd: "é incredibile – ha detto il responsabile della segreteria Maurizio Migliavacca – la leggerezza con la quale il Viminale ha diffuso i dati senza segnalare questa differenza". Alla fine alle regionali dello scorso anno, a Bologna, andò a votare il 67,40% degli aventi diritto. Ed è verosimile supporre che, alla fine, il dato non si sposti molto da quelle cifre. Sarà inferiore quindi, anche se è sempre complicato fare previsioni di questo tipo, a quello del primo turno delle comunali del 2009, quando votò il 76,4%. In mattinata sono andati al seggio il candidato del centrosinistra Virginio Merola e l’ex premier Romano Prodi. Non ha votato, in quanto residente a Casalecchio di Reno, il candidato del centrodestra Manes Bernardini che ha però accompagnato alle urne la moglie che, invece, ha la residenza a Bologna. E non ha votato, contrariamente a quanto aveva annunciato, nemmeno il candidato civico del terzo polo Stefano Aldrovandi. Per lui una lieve influenza che lo ha convinto a rimandare a domani l’appuntamento elettorale. Da domani alle 15 sarà concentrata su di loro l’attenzione: Merola e Aldrovandi aspetteranno i risultati a casa, e arriveranno nel loro comitato elettorale solo nel tardo pomeriggio, mentre Bernardini sarà, fin dalle 15, con i suoi sostenitori nella sede elettorale di via Nazario Sauro. In Emilia-Romagna il dato complessivo, rilevato alle 22, è stato del 51,34%%, in netto calo rispetto alle precedenti (57,89%), ma quasi identico (51,50%) a quello complessivo delle regionali del 2010. A livello nazionale, invece, le Comunali hanno registrato un 51,90% di affluenza, in calo dal 53,89% delle precedenti omologhe. Per il Comune di Rimini ha votato il 44,94%% (contro il 46,06% del 2006) mentre al Comune di Ravenna sono andati alle urne il 50,86% (fu il 51,44%). Per quanto riguarda le elezioni provinciali di Ravenna i votanti sono stati il 45,93%%, mentre alla precedente tornata il dato rilevato alla stessa ora è stato del 46,97%

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet