Amartya Sen e il futuro delle imprese cooperative


BOLOGNA, 8 MAG. 2009 – Sarà il premio Nobel per l’economia Amartya Sen a dare simbolicamente il via a Bologna alle 93 assemblee separate con le quali Coop Adriatica presenterà il Bilancio economico, sociale e ambientale del 2008 a oltre un milione di soci di Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo. Il grande studioso indiano, teorico di un nuovo concetto di sviluppo e dell’economia del welfare, terrà una lectio magistralis mercoledì 13 maggio all’Oratorio di San Filippo Neri, in un incontro pubblico dal titolo “Hai presente il futuro? Sostenibilità e crisi degli attuali modelli di sviluppo. Le imprese cooperative nel presente e verso il futuro”. All’appuntamento, in programma dalle 10, interverranno il presidente di Coop Adriatica, Gilberto Coffari, e il vicedirettore del Corriere della sera, Massimo Mucchetti, che dialogherà con l’economista. Amartya Sen ha dedicato i suoi studi al rapporto tra disuguaglianze, libertà e diritti umani, ed è uno dei maggiori teorici di una crescita guidata dai valori e dai bisogni delle persone; ha ricevuto il premio Nobel nel ‘98 per il suo contributo all’economia del welfare ed è attualmente professore alla Harvard University. L’odierno scenario di crisi può rappresentare una grande opportunità per ripensare l’economia globale, ha affermato in molti dei suoi interventi più recenti, e cooperare è la strada per uno sviluppo sostenibile. “Desideriamo aprire un momento di confronto pubblico – spiega il presidente di Coop Adriatica, Gilberto Coffari – sulla crisi degli attuali modelli di sviluppo e la sostenibilità: un ambito su cui Coop Adriatica ha intrapreso da tempo un percorso, interpretando in modo innovativo la propria missione, e che riteniamo rappresenti una sfida e un’opportunità per l’intera economia del Paese”. Dal 2001, Coop Adriatica rende pubblici i propri risultati in campo economico, sociale ed ambientale con il Bilancio di sostenibilità, realizzato secondo gli standard più avanzati della responsabilità sociale d’impresa. Da lunedì 11 e fino a venerdì 29 maggio, i soci di Coop Adriatica saranno chiamati a esprimersi sul Bilancio civilistico e di sostenibilità della Cooperativa in 93 assemblee separate in Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo. In regione, gli incontri in programma sono in tutto 51, di cui 29 a Bologna e 22 in Romagna: i primi, lunedì, sono in programma alle 20.30 al Teatro Consorziale di Budrio, dove interverranno la vicepresidente di Coop Adriatica Tiziana Primori e la presidente della zona soci Roberta Ballotta; a Cervia, dove alle 20.30 al Magazzino del sale saranno presenti il presidente, Gilberto Coffari, e la presidente della zona soci Ilaria Bandini; a Cento, sempre alle 20.30, nella Sala Auditorium Pandurera, con il direttore Controllo di gestione e sistemi informativi Stefano Dalla Casa e il presidente della zona soci Rino Ruggeri. Il 6 giugno, a Imola, si terrà l’assemblea generale chiamata ad approvare il Bilancio 2008 di Coop Adriatica. L’anno scorso, oltre 17 mila persone hanno partecipato alle assemblee separate.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet