Alonso trionfa a Singapore, il Mondiale è possibile


DOMENICA 26 SET 2010 – Un Campionato del Mondo tiratissimo, forse unico nella storia della Formula 1, regala un’altra domenica di emozioni agli appassionati: a gioire, per la seconda gara consecutiva, è Fernando Alonso, insieme alla Famiglia Ferrari. Il pilota spagnolo è riuscito nell’impresa di tenere dietro, per tutta la gara, Sebastian Vettel, e ha vinto meritatamente il Gran Premio di Singapore.Pole position, giro veloce in gara, sempre in testa dall’inizio alla fine, e vittoria: è la cronaca nuda e cruda di un weekend perfetto per Alonso, che si dimostra in forma splendida. Merito della sua guida, finalmente scevra di errori, e della Ferrari, che nelle ultime due gare ha dimostrato di poter vincere sia su circuiti velocissimi (come Monza) che lentissimi (come Singapore). A quattro gare dal termine il Mondiale è completamente in ballo: Alonso ora è secondo in classifica generale, a soli 11 punti da Mark Webber.Il pilota australiano della Red Bull è riuscito oggi a raccogliere un ottimo terzo posto, dopo essere partito quinto, grazie a una buona strategia di gara. Webber è infatti rientrato ai box al momento dell’uscita in pista della prima safety car, al terzo giro. Webber ha poi infilato alcuni ottimi sorpassi e ha resistito all’attacco di Hamilton, che nel tentativo di sorpasso ha riportato la rottura di una sospensione ed è stato costretto al ritiro. Il pilota della Mc Laren ha così buttato all’aria punti preziosissimi per la corsa iridata.Sul secondo gradino del podio è salito invece Sebastian Vettel: sempre incollato al posteriore di Alonso, il campione tedesco della Red Bull non è però mai riuscito a impensierirlo. Resta inoltre il dubbio sulla strategia scelta dal suo team, che lo ha richiamato ai box nello stesso giro del ferrarista. Se fosse rimasto in pista ancora un paio di giri avrebbe avuto, invece, pista libera per tentare il sorpasso.La McLaren del campione del Mondo Jenson Button si è invece piazzata quarta, davanti alla Mercedes di Nico Rosberg. Ottimo sesto posto per Rubens Barrichello su Williams che ha preceduto la Renault di Robert Kubica e la Force India di Adrian Sutil. Ottava l’altra Williams di Nico Hulkenberg davanti alla Renault di Robert Kubica ed all’altra Ferrari di Felipe Massa che chiude in zona punti. Fuori entrambi i piloti italiani Jarno Trulli su Lotus e Vitantonio Liuzzi su Force India. Tredicesima la Mercedes di Michael Schumacher.Grazie a questo successo, Fernando Alonso con 191 punti sale in seconda posizione nella classifica del Mondiale piloti a -11 dal leader Mark Webber a quota 202. Terzi a pari punti Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, entrambi a quota 182.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet