Alonso in Ferrari per 25 milioni di euro all’anno


MADRID, 29 SET 2009 – Fernando Alonso firmerà un contratto da 25 milioni di euro a stagione con la Ferrari, della durata di sei anni. Lo assicura oggi AS, nel rivelare i dettagli dell’atteso ingaggio da parte del team rosso del due volte campione del mondo di F1 asturiano, anticipati nella notte dal programma El Larguero di Radio Cadena Ser. L’ufficializzazione dell’ingresso di Alonso nella scuderia di Maranello sarebbe imminente, probabilmente avverrà già giovedì in Giappone, dove nel fine settimana è previsto il Gran Premio di Suzuka. E potrebbe essere preceduta, domani stesso, dall’annuncio della McLaren del ritorno di Raikkonen in scuderia.Secondo le fonti dell’entourage di Alonso, citate dalla Cadena Ser, il pilota avrebbe già firmato un contratto per cinque stagioni, dal 2010 al 2014, prorogabile per un anno previo accordo fra le parti. "Si tratterebbe di tre anni garantiti, più due di rinnovo automatico e di un sesto negoziabile".Il compenso sarebbe inferiore a quanto si ritiene che abbia guadagnato finora Kimi Raikkonen in Ferrari (intorno ai 35 milioni  di euro annui). L’ufficializzazione giunge dopo trattative che sarebbero state avviate dalla scuderia italiana con il pilota asturiano già da tempo, con la firma di un preaccordo nel 2008. A condurle, Stefano Domenicali, sotto la supervisione del presidente Luca Cordero di Montezemolo. Alonso, secondo la Ser, ha avuto già varie riunioni, tenute nel massimo riserbo, con la squadra di Maranello per pianificare il lavoro della prossima stagione. Ed avrebbe chiesto l’inclusione nel team di tecnici di sua fiducia, ingegneri provenienti da Red Bull, McLaren e Renault, con i quali il pilota vorrebbe lavorare nella nuova tappa a Maranello.La notizia più attesa dai tifosi di Formula 1 in Spagna, secondo la Ser "sarà ufficializzata con assoluta certezza giovedì" in un comunicato diramato dalla Ferrari, di cui si anticipano finanche i contenuti: "L’intenzione è dire che mesi fa si è giunti a un’intesa con Fernando per incorporarlo a partire dal 2011 nel team di Maranello", dal momento che i contratti di Massa e Raikkonen non scadevano fino alla fine del 2010. "Ma che poi si è aperta una finestra negli ultimi mesi – assicura la radio – ed è stato deciso di anticipare di un anno il suo arrivo in Italia".Il pilota della Renault, secondo le indiscrezioni, doveva atterrare in Italia già nella stagione in corso: "Di certo è stato fatto un tentativo, ma in Ferrari non sono riusciti a convincere Raikkonen ad andare via". E, dopo, con l’incidente subito da Felipe Massa, l’annuncio è stato rinviato per motivi di "opportunità". Il contratto sarebbe già depositato da vari mesi nel Contract Recognition Board della Fia, una sorta di organismo notarile, la cui autorità è riconosciuta da tutti i piloti in caso di disputa. Presso tale organismo sarebbe anche registrato l’accordo stipulato da Alonso con Renault fino al 2010, che prevede una clausola liberatoria. Briatore, sempre secondo la Ser, avrebbe appreso dell’intesa intercorsa fra Alonso e Ferrari nel Gran Premio di Ungheria, il 24 luglio scorso; ma avrebbe accolto la richiesta di Alonso di non frapporre ostacoli alla sua partenza.L’uscita del due volte campione di F1 da Renault provocherà un effetto a catena. Dopo il Gran Premio del Giappone, secondo le indiscrezioni, Renault potrebbe annunciare l’arrivo di Robert Kubica e, se sarà confermato il rientro di Raikkonen in McLaren, l’ingaggio di Nico Rosberg nella Brown, che sarebbe sostituito in Williams da Rubens Barrichello.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet