Almaverde, vendite in crescita


Si è chiuso con vendite pari a 35,1 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto allo stesso periodo del 2014, il primo semestre dell’anno per Almaverde Bio, marchio di punta del biologico italiano. La crescita, viene spiegato in una nota, ha interessato tutti i comparti merceologici in una gamma di 400 prodotti. In particolare un incremento significativo è stato registrato “sull’ortofrutta, in grande ripresa dopo un primo trimestre sostanzialmente stabile, sulle farine speciali, le uova e i prodotti a base di proteine vegetali che segnano un + 100%”. I risultati della prima metà dell’anno, osserva nella nota il presidente, Renzo Piraccini, “sono la dimostrazione delle potenzialità di questo settore. Siamo da sempre convinti che il bio vale circa il 10% del comparto alimentare. Un obiettivo che
sembra ancora lontano, ma che alcuni punti vendita che applicano correttamente la logica del category stanno raggiungendo”. Oltre ai numeri del semestre, Almaverde Bio ha inoltre reso
noto l’ingresso, in qualità di vicepresidente, di Stanislao Fabbrino, 46 anni, amministratore delegato di Fruttagel. “Ringrazio il Cda di Almaverde Bio per aver riposto fiducia nella mia persona – spiega – e ringrazio i consumatori che stanno sempre più trovando nei nostri prodotti una risposta coerente alle proprie mutate esigenze alimentari orientante ad un diverso stile di vita. La parola d’ordine per il futuro è innovazione ma con l’affidabilità di sempre”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet