Alleanza tra Bcc e sindacati per il sostegno ai cassintegrati


BOLOGNA, 23 GEN. 2009 – Si aggiunge un ulteriore tassello al mosaico di interventi pubblici e privati per il sostegno ai dipendenti delle aziende in crisi e che ricorreranno alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (Cigs). La possibilità per questi lavoratori di disporre con regolarità di un minimo reddito per il mantenimento proprio e delle proprie famiglie, attraverso l’anticipo in tempi rapidi di quanto riceveranno dall’Inps, ha trovato un canale grazie al Protocollo sottoscritto dalle Banche di Credito Cooperativo dell’Emilia- Romagna, attraverso la Federazione regionale, e le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil. Le Bcc dell’Emilia Romagna, ciascuna nel proprio territorio di operatività e nei limiti di importo da ciascuna definiti, metteranno a disposizione la propria rete di 360 sportelli per l’ apertura, ai lavoratori che ricorreranno alla Cassa Straordinaria, di un conto corrente nominativo, senza spese e senza interessi, dove saranno disponibili le somme individuali che anticiperanno gli accrediti dell’Inps sul conto. Le organizzazioni sindacali e i loro Istituti di patronato sono a disposizione dei lavoratori per la consulenza tecnica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet