Alleanza Cooperative: “Le infrastrutture vanno confermate”


Nell’ambito del confronto aperto sul tema delle dotazioni infrastrutturali della nostra regione, l’Alleanza delle Cooperative Italiane dell’Emilia-Romagna esprime preoccupazione per l’incertezza che nuovamente si manifesta per il destino di alcune opere. In particolare, facciamo riferimento alle importanti infrastrutture dell’Autostrada Regionale Cispadana, della Bretella Sassuolo-Campogalliano, del Passante Nord di Bologna che potrebbero venire messi in discussione.

Si tratta di interventi lungamente attesi di razionalizzazione viaria e sempre più necessari sia per alleviare l’inquinamento e i pericoli prodotti dal traffico nelle strade statali, provinciali, comunali, sia per lo sviluppo di comparti produttivi di rango strategico per la nostra regione.

Non sottovalutiamo le preoccupazioni riguardanti l’ambiente e il paesaggio, ma su queste opere sono state eseguite tutte le verifiche e i confronti previsti per legge, adottando i più elevati standard di sicurezza e gli interventi di maggiore contenimento dell’impatto ambientale.

Le inefficienze infrastrutturali comportano maggiori costi per le imprese: una tassa occulta che appesantisce la competitività e la possibilità di incrementare l’occupazione. Abbiamo necessità di una moderna rete infrastrutturale intermodale che veda l’integrazione tra i percorsi stradali e autostradali, le ferrovie, il cabotaggio, gli aeroporti e i porti.

Si può e si deve discutere, come già è stato fatto, sul come assicurare il minore impatto ambientale, ma non è possibile mettere continuamente in discussione interventi necessari per fornire soluzioni globali, meno impattanti e più sicure ai problemi della mobilità di persone e merci.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet