Aldrovandi bis, depositate le motivazioni delle condanne


FERRARA, 8 APR. 2010 – Ad un mese dalla condanna ad un anno per Paolo Marino, a dieci mesi per Marcello Bulgarelli e a otto mesi per Marco Pirani, il giudice per le udienze preliminari Monica Bighetti ha depositato le motivazioni sulla base delle quali ha accolto in pieno le accuse mosse ai tre agenti imputati nel processo Aldrovandi bis. Il quarto, Luca Casoni, è l’unico che non ha scelto il rito abbreviato e andrà a giudizio dal 21 aprile.Il secondo processo incentrato sulla morte di Federico Aldrovandi, avvenuta il 25 settembre del 2005 a Ferrara durante un intervento di polizia, riguarda i depistaggi nelle indagini. E arriva dopo quello principale, in cui l’estate scorsa sono stati condannati a 3 anni e 6 mesi per omicidio colposo quattro altri poliziotti: Paolo Forlani, Monica Segatto, Enzo Pontani e Luca Pollastri.  Le motivazioni rese pubbliche nel tardo pomeriggio di ieri spiegano che Marino, funzionario che dirigeva le volanti e l’ufficio Upg della Questura di Ferrara non avrebbe detto la verità al pm sulla morte di Federico per non compromettere i propri uomini. Pirani, invece, durante le indagini non avrebbe svolto le indagini che doveva fare. Mentre Bulgarelli, responsabile del 113 quella mattina, avrebbe aiutato i 4 agenti a eludere le possibili indagini a loro carico.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet