Al Marconi il Premio Nazionale per l’innovazione


BOLOGNA, 26 GIU. 2013 – L’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna ha vinto il “Premio Nazionale per l’Innovazione 2013” (anche detto “Premio dei Premi”), il premio promosso dal Governo Italiano per aziende, università, amministrazioni pubbliche, enti o persone fisiche che, sviluppando soluzioni tecnologiche innovative nella fornitura di beni e servizi, contribuiscono all’aumento di competitività del sistema Paese. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato questa mattina a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza alla Innovation Technology Manager dell’Aeroporto, ing. Silvia Lombardi, e al Responsabile ICT Roberto Raciti nell’ambito di una cerimonia che ha visto insieme i vincitori dei diversi premi settoriali, tra cui il “Premio nazionale per l’Innovazione dei Servizi” di Confcommercio, che per la categoria “Innovazione nel Turismo” è stato appunto assegnato al Marconi.L’Aeroporto di Bologna è stato premiato per la progettazione, lo sviluppo e la sperimentazione della nuova macchina “Logiscan”, un sistema che, in modo completamente automatico e secondo procedure self, permette il controllo della carta d’imbarco del passeggero, la verifica di dimensioni e peso del bagaglio a mano e la gestione dell’eventuale eccedenza bagaglio rilevata, sulla base delle indicazioni specifiche della singola compagnia aerea. Questa la motivazione del premio: “Per avere proposto e realizzato, allo stato di prototipo e con partnership di alto livello, una tecnologia che incide efficacemente sul processo di controllo in aeroporto dei bagagli a mano da imbarcare in relazione alle regole dettate dai diversi vettori contribuendo all’abbattimento dei tempi di effettuazione e dei costi complessivi di sistema”. Il “Logiscan”, realizzato e brevettato dal Marconi in collaborazione con il gruppo Logital, è attualmente in fase di test presso i controlli di sicurezza del Terminal passeggeri, ma entro l’anno verrà utilizzato con nove macchine su tutti i varchi di accesso alla Sala Imbarchi. Il passaggio al nuovo sistema automatizzato consentirà, a regime, il controllo puntuale di tutti i bagagli a mano ed una riduzione dei tempi di attesa ai varchi del 25-30%.La macchina è già stata presentata in alcune manifestazioni di settore, suscitando l’interesse di numerosi scali europei, che potrebbero presto adottare la nuova tecnologia tutta made in Bologna.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet