Al Festival Green Economy 4 giorni di mostre


FIORANO MODENESE (MO), 3 OTT. 2011 – Non solo workshop, seminari e convegni: il Festival Green Economy di Distretto, in programma a Fiorano Modenese dal 6 al 9 ottobre, propone anche una serie di mostre ed esposizioni multimediali nella Green Arena allestita in Piazza Ciro Menotti, che ha visto impegnati Confindustria Ceramica e i promotori del festival. Un esempio è "Green tile expo", show room di settore è una esposizione di prodotti certificati green, mentre "Green tiles perl’arredo urbano" illustra esempi di arredo urbano ceramicocreativo, da Allestimenti Metamorfosi e Cersaie 2011. Il poster è il linguaggio scelto per "Idee progettuali di giovani creativi per il distretto ceramico", con l’esposizione di materiali già presentati a Cersaie. E la mostra "Terre a fuoco" è la narrazione da parte di 4 fotografi dei luoghi e delle persone che rendono possibile il successo di un’industria. Open Design Italia cura l’esposizione di oggetti e prodotti di uso quotidiano per interni con materiali e criteri green. Sono diverse le mostre audio-video: "Architettura, edilizia e sostenibilità" con una serie di interviste agli esperti, video di commenti tecnici e suggestioni; "Green Cities", con esempi di politiche pubbliche e private su scala europea; "Pratiche di greeneconomy dal mondo" con pratiche di sostenibilità green imprese diNetwork Green TV. "I progetti dei Comuni del Distretto Ceramico verso la green economy", infine, evidenzia agli operatori, ai tecnici e ai cittadini le opere e i progetti in corso in vari settori (urbanistica, energia ed educazione tra gli altri).Tre sono i laboratori del festival: il "Laboratorio Creativo Green Chemistry" è realizzato in collaborazione con Istituto d’Arte Venturi Modena sull’estrazione di colori da materiali naturali organici e inorganici (vegetali e pietre), per la preparazione di pitture; il "Laboratorio Green Cosmetics", incollaborazione con Eco-Arca, dimostra come si ottengono prodotti di eccellente qualità con modalità e bio-tecnologie totalmente ecocompatibili, da co-prodotti alimentari locali (per esempio siero latte parmigiano, mosto acetobalsamico e vinacce uva); il "Laboratorio Didattico ConsumAbile e La Grande Macchina del Mondo" è un progetto di educazione ambientale realizzato in collaborazione con Regione Emilia-Romagna e Hera Giochi didattici – educazione alla sostenibilità.Nell’arena del festival è in funzione, rivolgendosi soprattutto ai giovani, l’InfoPoint Professioni per la Green Economy, realizzato in collaborazione con Cerform, per fornire informazioni su profili e percorsi formativi. Nella Piazza Martiri Partigiani Fioranesi viene allestita una "Casa Ecologica" di 200 mq, con finalità espositive-didattiche, per presentare esempi di ecologia quotidiana. Si sono già prenotati 450 studenti delle scuole del distretto. Saranno interessati anche dallo spazio espositivo per veicoli in ottica green economy, con prototipi veicolari ibridi (idrogeno, elettrico) IPSIA Ferrari, Smart elettrica Evotech engineering, Moto elettrica campionato europea (eCRP), Ferrari GT Fiorano consistema Kers (Kinetic Energy Recovery System) e concludere la visita con un green ristoro a "Foot design bio ristoro" realizzato in collaborazione con Essential– Food Design, con prodotti locali e certificati

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet