Al Ces il maggiordomo robot bolognese


Controlla le luci, regola la temperatura, aziona la lavatrice, interagisce con i dispositivi di sicurezza, invia messaggi in caso di fughe di gas. Tutto questo e molto altro fa Jarvis, il robottino ‘maggiordomo’ presentato al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas dalla start up bolognese Iooota, che consente di gestire (in automatico e in remoto) i dispositivi di abitazioni e uffici. Iooota, partecipata dalla società di telecomunicazioni Acantho (che fa parte del Gruppo Hera), è fra le eccellenze nostrane che fino al 12 gennaio saranno presenti al CES che quest’anno ospita la prima missione, “Made in Italy – The Art of Technology”, con cui il nostro Paese intende promuovere la propria via all’innovazione, coniugando tecnologia, stile e design. Selezionata da ICE-Agenzia con il patrocinio del MISE, Iooota con il suo Jarvis a forma di pentaprisma che sarà sul mercato a partire dal 2018, è stata già premiata ai Digital360 Awards di Londra, per la sua capacità di trasformare la casa in un soggetto intelligente che risponde in maniera integrata, veloce e semplice alle esigenze di chi ci vive. Attraverso una semplice app gestibile dallo smartphone, anche in remoto, Jarvis infatti controlla le luci, regola la temperatura dei diversi ambienti, aziona grandi elettrodomestici come la lavatrice ma anche oggetti più piccoli come lo stereo, interagisce con i dispositivi di sicurezza, invia messaggi per avvisare in caso di fughe di gas, allagamenti, incendi, effrazioni. Inoltre, selezionando alcune modalità prestabilite – come “buongiorno”, “buonanotte”, “entro” ed “esco” – Jarvis interviene contemporaneamente e in maniera coordinata su più dispostivi: con il buongiorno, ad esempio, il termostato alza la temperatura, la macchina del caffè entra in funzione e lo stereo si accende; selezionando “esco”, invece, il riscaldamento e le luci vengono spente e si attivano gli allarmi, che in caso di intrusione e movimenti sospetti invieranno sullo smartphone le immagini delle telecamere di sicurezza. “C’è una via italiana all’innovazione in cui crediamo molto e che Jarvis interpreta in maniera aperta e creativa, dialogando con chi lo usa, imparandone gusti e abitudini e diventando così un elemento aggiunto e partecipe dell’ufficio, della casa, della famiglia che lo ospita”, afferma Luca Degli Esposti, fondatore e amministratore delegato di Iooota. “Il nostro robottino – aggiunge – è in grado di aumentare l’efficienza e la sostenibilità con le quali vengono consumate risorse di primaria importanza come gas ed energia elettrica ma incrementa anche il valore di una serie sempre più diffusa di dispositivi tecnologici, potenziandone le funzionalità, mettendoli in relazione e dando loro, letteralmente, la parola”. “Credere nell’innovazione significa non smettere mai di essere curiosi e di sognare: l’innovazione è uno ‘stato della mente’. In fondo – dichiara Roberto Vancini, presidente di Acantho – è proprio questa la lezione più grande che ci viene da una realtà giovane e fresca come Iooota, di cui siamo molto contenti di essere soci. Quindici anni fa siamo stati fra i primi a investire nello sviluppo di una rete proprietaria a banda ultra-larga in fibra ottica: lo abbiamo fatto per fornire servizi sempre più efficienti ai nostri clienti ma anche perché sapevamo che tutto questo avrebbe favorito lo sviluppo di tecnologie che ancora non potevano essere immaginate. Jarvis è una di queste”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet