Aiuti agricoltura, bando in scadenza


Scade il prossimo 3 Ottobre la possibilità per le aziende agricole delle province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, di presentare domanda per ottenere i prestiti di conduzione per l’annata agraria 2014/2015 agevolati in regime de minimis. La Regione Emilia-Romagna, infatti, con Delibera di Giunta n. 1123 del 14/7/2014, ha anticipato di alcuni mesi l’intervento agevolato per la conduzione, mettendo a disposizione € 1.625.000 come contributo in conto interessi dell’1,5%. Attraverso questa domanda, da presentare agli uffici territoriali di Agrifidi Modena Reggio Ferrara, le aziende agricole potranno pertanto effettuare a tassi convenienti il rinnovo dei prestiti di conduzione in essere e sostenere in genere le anticipazioni finanziarie legate all’annata agraria. Questa forma di agevolazione opera attraverso il regime di aiuto de minimis che, in base al nuovo Reg. UE 1408/2013, consente all’impresa agricola di beneficiare fino a 15.000 Euro nell’arco di 3 esercizi fiscali (esercizio in corso e nei due precedenti). Il contributo in conto interessi si applica ai prestiti di conduzione della durata massima di 12 mesi, garantiti da Agrifidi in base alle convenzioni bancarie vigenti, nei limiti del fabbisogno derivante dal riparto colturale e dagli allevamenti presenti in azienda.
Possono beneficiare dell’intervento tutte le aziende agricole che esercitano attività agricola in forma prevalente, iscritte alla Sezione Speciale delle imprese agricole del Registro Imprese e all’Anagrafe regionale delle aziende agricole, in regola con i versamenti contributivi, previdenziali e assistenziali.
L’intervento riguarda inoltre tutti quei caseifici che sottoforma di cooperativa, oltre all’attività di trasformazione, svolgono anche attività di produzione (allevamento di suini) connessa al caseificio nei limiti del fabbisogno derivante dall’allevamento. Diverse le priorità di accesso ai fondi: giovani, rinnovi di prestiti precedenti, zone svantaggiate, zone ordinarie. All’interno di ogni priorità vale la data di presentazione della domanda al confidi, pertanto si raccomanda la tempestiva presentazione delle domande: per ogni approfondimento specifico si rinvia alla Delibera di Giunta regionale (1123/2014). In considerazione della prossima scadenza dell’intervento (3 Ottobre), è importante che le aziende agricole interessate si rivolgano al più presto alle Associazioni Professionali di categoria o agli uffici territoriali del confidi per ogni informazione utile e la predisposizione delle pratiche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet