AiRiminum guarda alla Georgia


Leonardo Corbucci, Amministratore Delegato di AIRiminum 2014 S.p.A., ha concluso ieri il suo viaggio in Georgia “che si va ad inserire in un più ampio percorso strategico, avviato già da tempo, volto a sviluppare e a rafforzare il network e le relazioni internazionali. Lo scopo preciso di tale percorso è evidentemente quello di promuovere nel mondo la bellezza della Romagna, la sua capacità recettiva (in termini di disponibilità alberghiera e di ospitalità) e di candidare la piattaforma romagnola quale gate per l’Italia centrale nei confronti dei nuovi flussi turistici e di traffico aereo che giungeranno in Europa nei prossimi anni”, si legge in una nota.

Più precisamente, la visita nel paese georgiano si è sviluppata in quattro giorni di incontri con i rappresentanti dell’Ambasciata italiana presso Tbilisi e con le principali autorità governative georgiane nel settore dell’economia, dell’aeronautica e del turismo. “L’obiettivo preciso è stato quello di esplorare la possibilità di avviare entro breve un progetto strategico volto alla creazione di un ponte stabile che colleghi la Romagna con la Georgia e quindi con l’intera regione caucasica, naturale punto di incontro tra l’Europa e l’Asia. Nell’incontro con Giorgi Cherkezishvili e Giorgi Edilashvili, rispettivamente Deputy Minister of Economy and Sustainable Development of Georgia e Acting Head of Investment Policy Division, si è parlato della crescita economica del Paese georgiano (che nei primi 6 mesi del 2017 ha registrato una crescita del PIL del 4,6%) e soprattutto degli importanti piani di sviluppo nel settore delle infrastrutture, oltre che della possibilità per l’aeroporto “Fellini” di potersi collegare con gli aeroporti internazionali di Tblisi e con quello nuovo di Kutaisi.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet