Agricoltura: un quarto delle imprese individuali è donna


E’ donna un quarto delle imprese agricole individuali in Emilia-Romagna: sono 19.432 e 18.455 di “over 40”, mentre in altre 8.524 società c’è almeno una donna nella compagine sociale. I dati della Regione Emilia-Romagna (anagrafe aziendale, marzo 2014) sono emersi in un seminario sulle aziende agricole “rosa” organizzato da Confagricoltura Donna Emilia-Romagna, con l’Accademia Nazionale di Agricoltura e l’Accademia Italiana della Cucina. Al seminario alcune studiose hanno auspicato un’indagine qualitativa e incontri diretti con le aziende, perché spesso un’importante presenza femminile non risulta dalle statistiche.

 
“Nella prossima programmazione regionale – ha spiegato Maria Luisa Bargossi, responsabile del Servizio territorio rurale della Regione – saranno inserite azioni indirette di sostegno alle donne”, con formazione, investimenti anche in banda larga, aiuto all’avviamento di attività extra agricole in zone rurali. Alla Regione, la presidente nazionale e regionale di Confagricoltura Donna, Marina Di Muzio, chiede “di ascoltare le istanze delle imprenditrici agricole” programmando “un Piano di Sviluppo Rurale 2014-20 che preveda misure e strumenti adeguati, non solo azioni indirette”. Le donne, rileva, “stanno cambiando il panorama dell’agricoltura in Emilia-Romagna e credono nella formazione e nella cultura dei sapori”, nella qualità e “fanno innovazione e aggregazione”, per “le tante eccellenze agroalimentari della nostra regione e puntare dritto all’Expo 2015 e alla conquista di nuovi mercati internazionali”.

 

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet