Agricoltura, un fondo per le aziende terremotate


MODENA, 7 AGO. 2012 – Uno stanziamento da 10 milioni di euro, da parte del mondo della cooperazione, a favore della aziende agricole colpite dal sisma dello scorso maggio. Il plafond – si legge in una nota di Confcooperative Modena – è stato costituito dalle federazioni regionale e nazionale delle banche di credito cooperativo, da Cooperfidi e Fondosviluppo, che ieri a Bologna hanno firmato un protocollo d’intesa con Confcooperative Modena e Confcooperative Emilia-Romagna. "Obiettivo dell’accordo è alleviare le possibili tensioni finanziarie delle imprese agricole che, a causa delle gravi difficoltà provocate dal sisma e dall’attuale contesto economico negativo, stanno registrando problemi di liquidità in attesa di ricevere il pagamento dei prodotti conferiti alle nostre cooperative – spiega il direttore di Confcooperative Modena, Cristian Golinelli – Le cooperative agroalimentari nostre aderenti colpite dal terremoto sono undici; operano nei settori ortofrutticolo, cerealicolo e lattiero-caseario e hanno riportato un danno complessivo stimato in 30 milioni. Sono oltre 3.000, invece, le aziende agricole socie di queste cooperative, alcune centinaia delle quali danneggiate dal sisma".Nel dettaglio le Banche di credito cooperativo aderenti alla federazione regionale anticiperanno alle aziende agricole socie di cooperative aderenti a Confcooperative il valore della liquidazione nella misura massima del 90% per cento a un tasso di interesse particolarmente vantaggioso. Cooperfidi Italia si impegna invece a vagliare le richieste di finanziamento in tempi rapidi e a offrire una garanzia del 30%. Infine Fondosviluppo si impegna ad abbattere il tasso di interesse del finanziamento.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet