Agricoltura, da commissione via libera a bandi


La commissione Politiche economiche, presieduta da Luciana Serri, ha concluso l’esame della legge finanziaria regionale 2015, del bilancio pluriennale 2015-2017 della Regione e del Documento di economia e finanza regionale (Defr) per le materie di propria competenza. L’assessore al Turismo e commercio, Andrea Corsini, e l’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca, Simona Caselli, hanno illustrato gli interventi finanziari e gli investimenti programmati. Per il 2015, ha ricordato l’assessore Caselli, lo stanziamento più rilevante nel comparto agricoltura riguarda il cofinanziamento del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020 per complessivi 29 milioni, cui si aggiungo 9 milioni per politiche autonome. Ad Agrea vanno 2,476 milioni di euro destinati sia al funzionamento sia all’adeguamento dei sistemi informatici necessari per la gestione di tutte le attività connesse alla nuova Pac, la Politica agricola comunitaria. Per facilitare l’accesso al credito sono previste risorse, pari a 1,5 milioni di euro, destinate ai consorzi fidi (Agrifidi). In ambito faunistico-venatorio, l’obiettivo di ripristinare il necessario equilibrio tra fauna selvatica e attività agricola e forestale attraverso una più efficace gestione venatoria e mirate attività di prelievo in controllo e di prevenzione, unitamente alla prevenzione dei danni provocati dai lupi, viene perseguito tramite il finanziamento di oltre 2 milioni. Per la gestione delle problematiche fitosanitarie ci sono 904 mila euro, mentre per l’economia ittica sono previsti 965 mila euro. Infine, alla promozione dei prodotti agroalimentari e al sostegno all’enoteca regionale vanno quasi 1,2 milioni. La presidente Serri ha sottolineato l’importanza di “attivare al più presto i due bandi legati al Piano di sviluppo rurale (Psr), quello a favore delle imprese agricole condotte da giovani (con età inferiore ai 40 anni), e quello destinato alle imprese agricole ubicate in zone svantaggiate”, sui quali la Commissione, in occasione della relazione sul Psr, aveva sensibilizzato la Giunta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet