Aggressione ai Giardini Margherita, Grillini: “Non minimizzare”


BOLOGNA, 13 SET 2009 – "Come sempre dopo ogni atto di violenza la destra apre il gioco al massacro per negare la natura razzista e omofobica delle aggressioni agli omosessuali". Lo afferma Franco Grillini, storico esponente del movimento lgbt, che invita a non minimizzare l’episodio. "Ora si parlerebbe di una ‘normale’ rissa per il rifiuto di una sigaretta e alcuni esponenti del Pdl sono pronti ad aggredire il sindaco per aver fatto semplicemente il suo dovere di solidarietà e di condanna della violenza. I fatti sono evidenti: quattro bulli malmenano un omosessuale per di più scambiandolo con un altro. La vittima è talmente spaventata che non riesce a sporgere denuncia. Anziché chiedersi come mai tante persone hanno così paura da avere dei problemi persino a denunciare gli aggressori – osserva ancora Grillini – parte subito la campagna per negare la natura omofobica dell’ aggressione. Personalmente trovo penoso che qualcuno trovi il tempo e il coraggio di stilare una graduatoria politica sulla natura delle aggressioni, perché la violenza è da condannare sempre per qualsiasi motivazione e contro chiunque venga esercitata"."In questo caso abbiamo un ragazzo aggredito, impaurito, che non riesce nemmeno a sporgere denuncia. Dovrebbe bastare – conclude Grillini – per esprimere una severa condanna agli aggressori e per riflettere su come si possa vivere in una città senza paura e senza bulli che scorrazzano indisturbati".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet