Aggregazioni, Hera avanti tutta


Hera prosegue con il processo di acquisizioni e considera positivamente un piano di aggregazioni tra utilities. Per cui la società bolognese non è preoccupata da un’eventuale fusione tra Iren ed A2a. Lo ha spiegato il numero uno della multiutility, Tomaso Tommasi di Vignano, a margine dell’Italian Infrastructure Day 2014, in Borsa Italiana. Interpellato sulle acquisizioni di Hera, Tommasi spiega che il gruppo non ha ”mai smesso di farle”. Per Tommasi il problema delle utilities italiane ”è l’eccessiva frammentazione”. Per cui ”ben venga se il governo cerca di ridurla” attraverso un piano di aggregazione. Interpellato su un’eventuale fusione tra A2a ed Iren, Tommasi risponde: ”non ci crea nessun problema”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet